Italia-Spagna: azzurri europei nel 68 dopo monetina e ripetizione; spagnoli a due titoli

Per ben 44 anni il calcio spagnolo, nonostante il blasone delle sue squadre di club, soprattutto il Real Madrid, ha potuto vantare a livello di competizioni per nazionali solo il titolo europeo del 64 vinto in casa dopo la finale con l’Unione Sovietica vinta per 2-1. In quegli anni l’europeo aveva una formula simile a quella che viene utilizzata per l’europeo under 21: gironi che si disputano nei due anni precedenti e fase finale a 4 squadre in uno dei paesi finalisti. Dopo l’europeo 64 nel 68 furono gli azzurri di Valcareggi ad alzare la coppa. la fase finale del torneo disputata a Firenze, Roma e Napoli rimase famosa soprattutto per la vittoria con la monetina in semifinale degli azzurri contro l’Unione Sovietica. Infatti fino al 76 le competizioni internazionali non prevedevano i calci di rigore così, nel 1968 dopo il pareggio per 1-1 contro l’URSS l’Italia giunse in finale solo grazie al sorteggio con la monetina. In finale gli azzurri affrontarono poi l Jugoslavia e dopo il pareggio per 1-1 la partita fu ripetuta due giorni dopo gli azzurri prevalsero per 2-0 con le reti di Riva e Anastasi.

Gli iberici tornarono sul tetto d’Europa solo nel 2008 quando la roja, guidata da Aragones si affermò superando ai rigori (errori di De Rossi e Di Natale) proprio gli azzurri guidati da Donadoni nei quarti di finale prmia di superare in semifinale la Russi e in finale la Germania con un gol di Torres.

La Spagna in caso di vittoria raggiungerebbe la Germania quota tre titoli, mentre se ad avere la meglio dovessero essere gli azzurri i tedeschi rimarrebbero da soli intesta con tre vittorie e l’Italia raggiungerebbe a quota 2 i francesi e gli spagnoli.

A quota un titolo ci sono Olanda, Russia (vinto come URSS), Danimarca, Repubblica Ceca, Grecia

Lascia un commento

491