PopSockets

Italian Baja, Gadasin spicca il volo

dscf0280_small.jpgIl russo domina i tre giri di oggi e allunga su Zapletal e Van Deijne, mentre Montico (quinto) rimane in testa agli italiani. Mana leader tra le moto. Machacek comanda i quad Dominio di Boris Gadasin, su Nissan Pick-up, nella prima tappa dell’Italian Baja. Il pilota russo, partito un po’ in sordina venerdì nel prologo, ieri ha sistemato le cose prendendo il comando delle operazioni e chiudendo in serata con il tempo totale di 2h53’23’’, staccando il ceco Miroslav Zapletal di 3’15’’ e l’olandese Tonnie Van Deijne di 4’46’’, entrambi su Mitsubishi. Primo degli italiani il nostro Angelo Montico su Fornasari Rally Raid 450, sesto assoluto nella classifica generale nonostante qualche problema elettrico e meccanico rappezzato all’assistenza.PRIMO GIRO. Accorciato (causa surplus di acqua sulTagliamento) a poco più di 78 km dopo il briefing divenerdì sera, il percorso esalta subito Gadasin(56’33’’) che lascia Zapletal a 1’18’’ e VanDeijne a 2’31’’ che così scivola al terzo posto.Super Montico quinto a 3’38’’, nonostante qualcheproblema di navigazione. Problema che procura a PierpaoloLarini (Pajero) un ritardo di 7’40’’ dalla vetta. Siferma Giovanni Manfrinato (Megane Proto) causa cedimento delmotore. La corsa è durata appena 2 km del prologo per ilcampione tricolore Lorenzo Codecà (Suzuki Grand Vitara),appiedato da uno sbiellamento del propulsore. SECONDO GIRO.Ancora Gadasin davanti a tutti (54’34’’), Zapletal a1’05’’(nella generale a 2’27’’) e Van Deijne a1’52’’ (4’18’’). I distacchi si fanno pesantiper gli inseguitori. Montico scala indietro fino alla decimaposizione causa gap elettrico. Riccardo Colombo (MitsubishiL200) e Valter Benazzato (Suzuki Grand Vitara) neapprofittano per superarlo. Sta per abbandonare Larini conla frizione in panne e sono rimasti in 33. TERZO GIRO.Gadasin firma il tris (53’57’’), stavolta Van Deijneprecede Zapletal di 20’’ ma entrambi mangiano ancorapolvere dal battistrada russo. Sistemati i guai, Monticofirma il quarto tempo (56’25’’) e chiude la giornatasesto assoluto, di nuovo primo degli italiani, a17’23’’ da Gadasin, ma con un vantaggio di3’26’’ su Benazzato (ottavo) e 4’23’’ su Colombo(nono). MOTO. Un po’ a sorpresa comanda Claudio Mana suAprilia Rxv 550 (totale dopo due giri 2h06’33’’),davanti a Stefano Bosio su Ktm Exc R530 a 2’11’’ eNicola Dutto su Husqvarna Te 450 in ritardo di 3’26’’.Nessun ritiro tra le 9 moto in gara. QUAD. Domina secondopronostico il ceco Josef Machacek (Yamaha Raptor) in1h52’27’’, davanti al campione italiano Tiziano Sette(Polaris 525) staccato di 7’14’’. Terzo l’altro cecoMartin Plechaty (Ktm 530) a 9’28’’. Partiti in 21 nesono rimasti in gara 14. CHIUSURA. Oggi la seconda e ultimatappa con 2 giri per le auto e 1 per moto e quad. Il granfinale in piazza del Popolo a San Vito al Tagliamento conpremiazioni sul palco d’arrivo (moto e quad dalle 15, leauto dalle 15.45).FOTO: Emiliano Grisostolodscf0280.JPG

facebook

Lascia un commento

695