* * OFFERTE BLACK FRIDAY * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Italiano Enduro a Manzano vince Gardiol, Fabris conquista la classe.

La pioggia caduta per buona parte della giornata, ha caratterizzato il secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Enduro Under 23/Senior, andato in scena domenica 11 aprile a Manzano. Vittoria assoluta “trasparente” ai fini della classifica, per il campione del Mondo Andrea Verona su Gas Gas, pilota di categoria elite escluso perciò dalla classifica assoluta, conquistata da Jordi Gardiol in sella ad una KTM 250 4T. Il pilota piemontese ha preceduto di 21 secondi, Giuliano Mancuso su Fantic 125 al secondo posto. A completare il podio con la terza prestazione assoluta, Federico Aresi su Gas Gas 250 4T. Tra i piloti di casa, protagonista nella Junior 125 il giovanissimo portacolori del Moto Club Manzano Riccardo Fabris, che vince la classe e si piazza all’ottavo posto della classifica assoluta su Fantic 125, in una stagione che lo vedrà impegnato anche nel mondiale di specialità. Sempre nella Junior 125, buon quinto posto per l’isontino Cristian Murgut del Motoclub Medeot su Husqvarna 125. Nella Junior 300, positiva quinta piazza per Stefano Candido del Moto Club Manzano su TM, mentre il suo compagno di club Carlo Minot, chiude al quarto posto nella Junior 250 4T su TM, un buon risultato considerando il recente infortunio alla mano. La gara, valida per la 14°edizione dell’Enduro della Sedia, 8° memorial Marco Novello, ha visto la presenza di ben 340 piloti arrivati da tutto lo stivale, impegnati in un giro di 52 km ripetuto tre volte. Nel primo settore i riders hanno affrontato il Cross Test, prova speciale allestita nei pressi della zona industriale di Manzano, su un terreno pianeggiante messo a dura prova dall’acqua caduta per buona parte della giornata. Dopo il trasferimento i piloti hanno affrontato l’Enduro Test, classica prova nei pressi dell’Abbazia di Rosazzo. L’ultima speciale l’Extreme Test adiacente al paddock, un’impegnativa prova estrema disegnata sul greto del torrente Natisone, che ha creato non poche in difficoltà a numerosi piloti. Straordinario lavoro organizzativo del Moto Club Manzano del presidente Stefano Vezil che, nonostante le difficili condizioni meteo e nel pieno rispetto dei protocolli anti Covid, sono riusciti a centrare l’obiettivo di organizzare una gara spettacolare e apprezzata da piloti e addetti ai lavori, con il prezioso aiuto di alcuni motoclub del Friuli Venezia Giulia e la fondamentale collaborazione delle amministrazioni comunali di Manzano, Prepotto, Corno di Rosazzo, Premiariacco, e San Giovanni Al Natisone che hanno autorizzato il transito dei piloti, così come alcune aziende agricole, che hanno concesso il passaggio su terreni privati. Alle premiazioni erano presenti il consigliere FMI Monica Goi, il sindaco di Manzano Pietro Furlani, l’assessore allo Sport Patrick Stacco, il consigliere comunale Adelghi Fassoni, ed il Presidente del Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Mario Volpe.

585