Jazz e Revival per “Natale a Udine” il 5 dicembre al Palamostre

Una serata sull’onda del revival e del jazz per introdurre la festosa atmosfera del Natale all’insegna della divulgazione scientifica e della solidarietà. È l’evento che il Comune di Udine propone per domani, sabato 5 dicembre alle ore 20.45 al teatro Palamostre in collaborazione con l’associazione Musicisti Tre Venezie di Udine. “Ma non vedete nel cielo”, questo il titolo della serata a ingresso libero, riecheggia una celebre hit degli anni ’60, portata al successo dai Rokes.
Un’immagine poetica affidata alle suggestioni musicali dei G Seven che riproporranno i più grandi successi di trent’anni di musica pop con la partecipazione di Laura Tonelli. Si tratta di cover d’autore, alcune presentate in versione acustica, che spaziano dalle ballate di Battisti e De André agli evergreen di Simon&Garfunkel e Queen. Ma non solo, perché saliranno sul palco anche i poeti-cantautori Lino Straulino ed Alberto Celotti con il proprio repertorio rispettivamente in friulano carnico e collinare. Infine il gruppo Suingando, composto da Barbara Errico, Rocco Burtone, Arno Barzan e Tubet offrirà al pubblico le magiche atmosfere del jazz, di matrice swing, con fantasiose divagazioni nel rap. Un assortimento di linguaggi musicali diversi, che a volte s’incontrano, per un viaggio tra i ricordi e le emozioni che ci ha regalato la grande musica leggera del XX secolo, un percorso artistico, ricco di spunti anche per i più giovani, guidato da Rocco Burtone, showman eclettico e presentatore della serata. Un’occasione per trovarsi in un clima simpatico e divertente, ma anche per donare un sorriso ed una speranza alle famiglie dei bambini affetti da tumore o leucemia.
Destinatario dell’iniziativa è infatti l’A.G.M.E.N. – F.V.G. (Associazione Genitori Malati Emopatici Neoplastici del Friuli – Venezia Giulia), il sodalizio che raggruppa circa 660 famiglie, provenienti anche da fuori regione, con bambini in terapia oncologica, che hanno bisogno di tutto, dal sostegno psicologico, a robusti contributi per finanziare la ricerca medica. Nel corso della serata verrà proiettato un brevissimo cortometraggio a cura dei responsabili dell’Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste, per illustrare l’importanza del dono del midollo osseo e delle cellule staminali a supporto della lotta alle leucemie.
“Un’iniziativa idealmente trasversale a tutte le circoscrizioni” – afferma l’assessore al decentramento Chiara Franceschini –, peraltro senza costi diretti per il Comune, attraverso cui le circoscrizioni stesse vogliono sostenere l’impegno di chi mette a disposizione gratuitamente il proprio tempo ed il proprio talento per dare una mano a chi soffre, offrendo al pubblico uno spettacolo di qualità. Un modo per aiutare chi non ce la fa a intravedere nel cielo quelle macchie di azzurro e di blu”.
Per informazioni è possibile contattare il PuntoInforma del Comune telefonando allo 0432 414 717/718.

Lascia un commento

478