Jolly, il derby costa caro

I friulani perdono per un solo punto il primato in serie B dopo la sconfitta con Trieste. Ma c’è una gara da recuperare
Dopo una cavalcata lunga tutto il girone di andata e oltre la Jolly ha perso nell’ultimo fine settimana il primato in classifica della serie B di pallamano maschile. Il derby con Trieste infatti, appannaggio dei friulani nell’andata, è andato questa volta ai padroni di casa, con il risultato di 28 a 26.Grazie a questo successo la Pallamano Trieste, a 13 punti, supera in classifica la Jolly, ferma a 12. Gli alabardati però hanno a loro favore una gara giocata in più che la Jolly invece deve ancora recuperare.C’è ancora molto da giocare quindi in questo torneo di serie B dove le due formazioni regionali, così come nella categoria giovanile Under 17 , si contendono il primato all’ultimo respiro, a discapito delle squadre venete fino ad adesso spettatrici. Un orgoglio quindi per tutto il movimento maschile regionale.
LA GARA. A differenza dall’andata la Pallamano Trieste ha tenuto fin da subito salda la conduzione della gara, mantenendo un vantaggio di sicurezza in tutto il primo tempo e rischiando qualcosa solamente nella ripresa. A differenza di altre gare in cui la Jolly aveva dimostrato la maturità per sfruttare al meglio situazioni favorevoli e superiorità numeriche così non è stato ieri, con notevoli sprechi soprattutto in fase d’attacco. “Per vincere avremmo dovuto giocare la gara perfetta” commenta laconico il tecnico Bortuzzo. “Dobbiamo ancora imparare a gestire meglio i momenti difficili durante la gara, soprattutto quando la sfida si fa calda”. 
Si tornerà in campo domenica 27 con la Firex Belluno, gara che appare alla portata oltre che disputata in casa. Con un occhio però non solo verso Trieste, ma anche verso San Fior, terza in classifica, che potrebbe giocare il ruolo di terza incomoda. Guarda a caso proprio la sola che per adesso è riuscita a battere sia friulani che triestini. 


in foto capitan Federico Copetti

732