Bearzi

Keep talking ha festeggiato 30 anni di corsi di inglese

Autorità, amici, studenti: sono stati davvero in tanti a partecipare, nella sede di via Roma 60 a Udine, ai festeggiamenti dei 30 anni di attività della scuola di inglese ‘Keep Talking’, a testimoniare idealmente – come ha del resto sottolineato nel suo intervento il titolare Kip Kelland – che, “nonostante l’avvento delle nuove tecnologie, il ruolo di un insegnante non virtuale, ma in carne e ossa, meglio ancora se di madrelingua e competente, ha ancora un futuro davanti a sè”.

L’evento ha suggellato, se possibile, ancora una volta il felice connubio sentimentale e professionale tra Kip e sua moglie Angela. Originario di Poole (costa sud dell’Inghilterra), con in tasca l’abilitazione all’insegnamento, Kip conobbe nel 1984 a Londra la sua futura moglie Angela. “Il mio sogno – racconta – era sempre stato quello di aprire una scuola di inglese. Decisi di realizzarla in Friuli perché, da insegnante al Liceo Linguistico Kennedy e all’Università di Udine, avevo intravisto spazi e prospettive interessanti. Era una sfida però totalizzante. Lasciai ben presto gli altri incarichi e mi buttai anima e corpo sulla Keep Tallking, sviluppando da subito corsi individuali, per adulti, bambini e aziende. Negli anni siamo cresciuti, trasferendoci, nel 2000, dalla sede di via Paolo Sarpi a quella, più spaziosa, di via Roma”.  

Diverse centinaia sono gli studenti che, fra bambini/ragazzi, adulti ed aziende (gruppi e one to one) frequentano ogni anno i corsi della Keep Talking. “La gioia maggiore – aggiunge Kelland – è vedere ancora le tante aziende fidelizzate a distanza di 30 anni, ma c’è poi anche il compiacimento di aver creato una struttura affiatata e di eccellenza con Emma, direttrice organizzativa, Doria, segretaria, e gli altri insegnanti: Alan, Damien e mio figlio Tom”. 

Ai festeggiamenti sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine, Davide Boeri, e l’assessore comunale all’Istruzione e Pari Opportunità, Elisa Battaglia. Boeri – che ha ricordato, tra l’altro, come la Keep Talking, associata sin dai suoi inizi a Confindustria Udine, collabori con diverse fra le principali realtà industriali del Friuli – ha insistito sulla fondamentale importanza, al giorno d’oggi, della conoscenza delle lingue straniere sia tra le giovani generazioni che tra gli imprenditori; un concetto, ripreso quest’ultimo, anche dall’assessore Battaglia che, nel portare i saluti dell’amministrazione comunale, ha augurato alla famiglia Kelland almeno altri trent’anni di impegno e di successo a favore della diffusione della lingua inglese nella comunità friulana.

Il carattere informale dei festeggiamenti per il trentennale è stata altresì la conferma dell’ambiente di apprendimento accogliente e amichevole che si respira da sempre alla Keep Talking. “L’interazione che riusciamo a creare tra insegnanti e i nostri clienti è il tratto distintivo che ci caratterizza – aggiunge Kip Kelland -. Forniamo i migliori materiali didattici e il supporto dello Study Centre (la nostra mediateca), ma ovviamente è impensabile progredire senza la competenza dei nostri ottimi insegnanti, tutti muniti di attestati di insegnamento della lingua inglese ad adulti e bambini, e che vantano una esperienza pluriennale sia in Italia che all’estero. Tutti noi alla KT vogliamo vedere i nostri studenti imparare l’inglese talmente bene che non avranno più bisogno di noi”.

facebook
394