La casa della primavera 2018

1_tavolo_trasformabile

 

Passione arredamento. L’arrivo della bella stagione impone un restyling dell’appartamento. L’obiettivo è quello di entrare in una casa sempre al passo con i tempi, capace di cambiare pelle con poco per non stancare mai.

Piccoli, grandi cambiamenti

Non tutti sono in fase di ristrutturazione, certo. Parati, mobili, cucina resteranno gli stessi di un anno fa. È bene ricordare, però, che le macro-tendenze possono essere declinate in piccolo, grazie a qualche piccolo trucco e a qualche accessorio. Sì a cuscini, tovagliato e piccola oggettistica che richiami i principi della nuova modo primavera 2018. Andiamo a scoprire cosa ci aspetta.

Le novità di primavera

Il nuovo guarda al passato. La primavera, infatti, porta con sé un po’ di nostalgia dei tempi andati che trova nelle nuove tendenze la sua ragion d’essere. Spazio al vintage, la casa è ricercata, a tratti sofisticata e, di certo, molto chic.

I mobili vogliono il colore

Bando all’anonimato. La casa della primavera 2018 ha carattere e si esprime soprattutto attraverso il colore. La moda vuole il rosso. Lo vuole per scarpe e vestiti ma anche per i mobili del salotto. Dalle passerelle alle pareti, un tocco rosso non può mancare. Scegliete gli accessori giusti, sedie dalle sfumature che guardano al colore della passione, perfette da abbinare con il pratico tavolo richiudibile proposto da Lg Lesmo per risparmiare spazio senza rinunciare alla funzionalità. Anche finiture e imbottiture vogliono un tocco di rosso vitale e appassionato.

Grazie dei fior

Tra le tendenze primaverili non poteva mancare un tributo floreale alla stagione del risveglio di sensi e colori. Osare è un vero e proprio must. La casa può trasformarsi in un giardino grazie a stampe e parati con gigantografie dei fiori più belli. Tappezzerie e parati devono essere rigorosamente macro per offrirsi ai dettami della moda.

Il vintage la fa da padrona

Che si tratti del bagno o di altre stanze le tendenze di primaverili guardano all’old style. Vintage e retrò piacciono. È il momento di andare in giro per mercatini, approfittandone magari per prenotare una gita fuori porta per curiosare lontano da casa. Portobello potrebbe essere un’idea. Dalla credenza della nonna al grammofono, che si tratti di oggettistica o mobilia l’importante è richiamare tempi lontani, cullarsi in sogni dal sapore di un passato poco conosciuto. E il bagno? Perde la rigidità delle forme moderne per abbandonarsi alla morbidezza della semplicità di una volta, senza rinunciare mai alla praticità. Anche le piastrelle sono vintage. Osate con cementine, piastrelle vecchie o di recupero. Daranno un tocco unico e speciale a ogni stanza, rendendo sempre più personale e inimitabile lo stile di ogni casa.

Velluto, ottone e marmo

Quali sono i materiali da scegliere? Dal velluto al marmo, dal caldo al freddo. Un misto di stili e materiali renderanno la casa accogliente e alla moda. Per l’oggettistica non può mancare un tocco di ottone: una ceneriera, una statuina? La scelta è ampia. Mentre il marmo ricopre superfici d’appoggio, dal tavolo alla mensola, il velluto ammorbidisce sedute e arricchisce pareti, con un tocco di unicità che richiama, ancora una volta, il vintage.

 

1.148