La Graphistudio Tavagnacco si allontana dal 1° posto

brumanaNon basta il pareggio di Venezia alla Graphistudio che perde contatto dalla capolista Torres che vince 3-0 in casa col Torino e porta a 6 i punti di vantaggio sull’undici di mister Bearzi che deve comunque recuperare una partita. Quindi il vantaggio è riconducibile a tre punti con lo socntro diretto da giocare l’8 maggio in trasferta. Niente da fare: errori sotto porta, conclusioni a raffica e un’ottima Penzo fermano l’attacco della Graphistudio che deve ringraziare anche la buona stella per il pericolo scampato a pochi minuti dal termine che avrebbe avuto il sapore della beffa. La Torres approfitta del mezzo passo falso delle friulane per allungare in testa alla classifica mentre il Bardolino, grazie alla vittoria sulla Reggiana, si avvicina a tre lunghezze proprio dalla Graphistudio.  Tavagnacco arrembante fin dai primi minuti di gara con Mauro e Brumana sugli scudi. La prima ha due ottime occasioni di testa e nella seconda è la traversa a respingere la palla a portiere battuto.  Poi è la volta di Brumana che non inquadra lo specchio della porta per questioni di centimetri. Il Tavagnacco difetta di precisione sotto porta, e vede frustrate numerose occasioni dagli interventi sempre puntuali di Penzo, baluardo insuperabile tra i pali veneziani. La pressione costante delle ospiti non produce gli effetti desiderati e si va a riposo sullo 0-0. La ripresa segue lo stesso canovaccio della prima frazione di gara con la Graphistudio costantemente nella metà campo avversaria e un Venezia arroccato a difesa della propria porta. Mauro centra la seconda traversa di giornata con una conclusione di rara potenza, mentre Camporese, Brumana e Zorri vedono sistematicamente respinte le loro incursioni dal muro. Proprio  quest’ultima sfiora la marcatura sugli sviluppi di un calcio di punizione: il numero otto friulano elude la barriera ma vede la sua conclusione spegnersi di un soffio sul fondo. La partita non si sblocca e con il passare dei minuti le lagunari acquistano in fiducia sfiorando la rete nel finale di gara. Al triplice fischio del signor Ravanello, che ha annullato due reti alle friulane e ammonito Camporese, fanno festa le padrone di casa mentre in casa Graphistudio è palpabile la delusione per un risultato che non rispecchia l’andamento della gara.

facebook
976