Bearzi

la nuova Stagione di Anà-Thema Teatro 2017/2018

Anà-Thema Teatro

Con lo slogan “La nostra stagione è un’opera d’arte” è stato presentato il cartellone di “Eureka 8” nella cornice della Galleria Tina Modotti di Udine. L’idea che sul palcoscenico di Anà-Thema Teatro ci sia un susseguirsi di bellissime opere, è l’obbiettivo dell’ottava stagione della compagnia che ha proposto un ricco cartellone di spettacoli ed eventi di grande rilievo.

“Da sempre noi artisti ci immergiamo nella ricerca di espressioni, battute e dichiarazioni che provino a spiegare la bellezza della nostra arte, il mistero di un evento spettacolare, il fascino del teatro. Dai drammi alle commedie, dalla danza alla musica, dal suono alla voce: cerchiamo la possibilità di penetrare nella grandezza del palcoscenico, che si tratti di una piccola rappresentazione di burattini o di un’immensa opera lirica, di un monologo comico o di una tragedia greca. La mia compagnia da sempre ha cercato la gente e la vita, perché nella vita e nelle persone possiamo riscoprire la meraviglia del nostro lavoro.
Perché è troppo breve e veloce la vita, per non dedicare alla tua passione il giusto posto, per non crederci fino in fondo. Noi siamo gente malata. Di arte. Di teatro. Malata di una malattia che non guarisce, neanche se provi a curarla con la medicina della quotidianità. Noi siamo malati di sogni. Siamo sognatori. Noi abbiamo fatto della nostra passione il nostro lavoro e la nostra missione. Guai a chi tenterà di fermarci. Guai a chi vorrà guarirci con la quotidianità. Guai a chi vorrà farci diventare normali. Perché negli occhi dei bimbi che guardano lo spettacolo e negli applausi o nei pianti dei grandi scopriamo che quando si apre il sipario abbiamo l’opportunità di mostrare una nuova opera. Noi tutti siamo artigiani della nostra arte, perché attraverso la cultura possiamo costruire una società migliore; perché attraverso l’arte possiamo trasformare le nostre vite e le nostre città in musei pronti a regalarci infinite emozioni.
Io so e non so perché lo faccio il teatro ma so che devo farlo, che devo e voglio farlo facendo entrare nel teatro tutto me stesso. Noi, uomini politici e no, civili e no, ideologi, poeti, musicisti, attori, pagliacci, amanti, critici…Noi insomma, con quello che siamo e pensiamo di essere e quello che pensiamo e crediamo sia vita. Poco sappiamo, ma quel poco lo diciamo. Il teatro e tutta l’arte sono per il pubblico e il pubblico non può essere esclusivamente benestante e privilegiato, colto e sapiente…ma il pubblico è tutto. Il pubblico siamo tutti. Il teatro deve essere di e per tutti. Forti di queste certezze presentiamo, in questo luogo che ha accolto la gente del mercato e che oggi ospita la cultura, la nostra nuova collezione… La nuova stagione di Anà-Thema Teatro 2017-2018. La presentiamo con tutta la determinazione e la certezza che sarà un grande anno… un grande percorso…un’altra grande opera d’arte che realizzeremo insieme.”

Con queste parole Luca Ferri, direttore di Anà-Thema Teatro apre la presentazione della nuova stagione Teatrale. Sono passati sette anni dalla presentazione di “Eureka1” e Anà-Thema è cresciuta molto grazie alla tenacia, alla forza delle idee ed al sostegno del sempre più numeroso pubblico che segue gli spettacoli proposti; ma soprattutto la compagnia è diventata grande insieme ai suoi sogni ed alla continua ricerca per realizzarli.
Anà-Thema è riuscita ancora una volta a proporre un cartellone di grande qualità per tutta la famiglia, giungendo così all’ottava edizione di Eureka, che per questo importante traguardo, si compone di due cartelloni riunendo più di 40 appuntamenti articolati tra Udine e Osoppo, mantenendo vivi i principi che da sempre animano la compagnia: costruire un nuovo modo di fare e proporre un teatro per tutti. Il traguardo è stato raggiunto grazie al contributo della Regione FVG, del comune di Udine, del comune di Osoppo e l’importante collaborazione di Bluenergy (che da quest’anno sostiene l’intera stagione e gli spettacoli) “Ana’-Thema è un punto di riferimento per il teatro giovane e creativo in Friuli Venezia Giulia e non solo – commenta Alberta Gervasio, direttore generale Bluenergy – per questo Bluenergy, l’azienda dell’energia vicina alle persone, sostiene la loro nuova stagione teatrale, perché il lavoro della compagnia Ana’-Thema e tutte le loro collaborazioni internazionali contribuiscono alla crescita e alla formazione culturale del nostro territorio”.
Il pubblico e il territorio hanno chiesto alla compagnia fin dal principio “la differenza”, ed è proprio questo che continuerà ad offrire con sincerità culturale: un’offerta libera ed indipendente di teatro, danza, musica e spettacolo con la promessa di un dialogo e di un incontro che da sempre contraddistingue Anà-Thema e che fa, di quella stretta di mano alla fine degli spettacoli tra attori e spettatori, una vera e propria missione. Grazie ai due cartelloni, la rete culturale di Anà-Thema Teatro raggiunge quest’anno tutta la regione, mantenendo come centri culturali del lavoro della compagnia Udine, Osoppo e una uova collaborazione con Povoletto. Eureka 8 riunisce tutti gli eventi che spaziano dal ricchissimo cartellone del Teatro della Corte di Osoppo alla stagione di eventi udinesi in location d’eccezione, simboli culturali e turistici della città.

LA CITTA’ DI UDINE è sempre più unita al percorso di Anà-Thema Teatro anche grazie alla convenzione che sancisce la collaborazione con l’assessorato alla cultura per la realizzazione di eventi negli spazi comunali ed in particolare nei musei della città. Sempre molto attesi gli eventi in Castello con “Il Castello di Babbo Natale” una nuova edizione dell’evento di teatro itinerante invernale all’interno del Castello di Udine, che per l’occasione si trasformerà nella casa di Babbo Natale e di tutti i suo magici personaggi natalizi; seguirà la nuova edizione di “Delitto a Udine” uno spettacolo interattivo, una caccia al tesoro nel Centro storico di Udine , un delitto da risolvere… ecco gli ingredienti di questa proposta che nella precedente edizione ha riunito moltissimo pubblico.
Inoltre ritorna a Udine un appuntamento molto atteso con la terza edizione di “Udine del Mistero”: un tour guidato e teatralizzato alla scoperta dei misteri e delle leggende della città di Udine.
Un debutto molto atteso è anche quello dell’Albergo degli orrori per halloween. Uno spettacolo itinerante all’interno del prestigioso Hotel Astoria di Udine dedicato al genere horror, per conoscere e lasciarsi spaventare dai protagonisti del mondo dell’orrore… freddy krueger, il matto di shining, it il pagliaccio, Hannibal Lecter, l’enigmista e molti altri. Ritorna anche l’ormai seguitissima rassegna delle Favole a merenda che propone domeniche pomeriggio insieme ai bambini e genitori. Si rinnova la tradizione del CAPODANNO A TEATRO che per l’ottavo anno animerà la notte del 31 dicembre con lo spettacolo che vedrà insieme sul palcoscenico gli attori di Anà-Thema e la frizzante Catine alle prese con una divertentissima tombolata.

IL TEATRO DELLA CORTE DI OSOPPO invece, ospiterà un ricco calendario di eventi che segna un’importante crescita culturale di qualità, grazie ai grandi nomi del panorama teatrale e non solo. La stagione è suddivisa nelle due rassegne: “I Grandi Ospiti” e “ Tesori del territorio”. La Rassegna “I Grandi Ospiti” è organizzata grazie al Contributo Regionale e si compone di titoli e compagnie di alta qualità professionale del panorama nazionale. Nella Rassegna dei “Tesori del territorio” organizzata grazie al contributo della Fondazione Friuli invece, ci sono produzioni provenienti dalla nostra regione che sempre ci offre spettacoli di grande rilievo.
Un calendario di 15 appuntamenti con grandi nomi del panorama teatrale italiano come Barbara De Rossi, Gene Gnocchi, Leonardo Manera e molti altri artisti che daranno vita a spettacoli imperdibili come la serata dedicata alle tematiche sociali con Erri De Luca e poi ancora Stivalaccio Teatro, la richiestissima compagnia che dopo il successo dell’anno scorso, ritorna con una giovane rielaborazione di Don Chisciotte. Una grande anteprima nazionale di danza con l’attesissima Compagnia Substanz dalla Germania diretta Massimo Gerardi che proporrà lo spettacolo Hot Dog, omaggio a Andy Warhol ; per Natale l’evento che riunisce quattro grandi artisti della nostra terra – Battigelli, Gandhi, Venier e Pontini- con gli attori di Anà-Thema che insieme propongono un recital dedicato al Canto di Natale; Non mancheranno naturalmente gli appuntamenti con il teatro in lingua friulana che quest’anno si avvalgono della collaborazione con ATF-Associazione Teatrale Friulana, ed anche a Osoppo il tradizionale CAPODANNO A TEATRO, quest’anno con il comico Sdrindule e la sua Sdrindi Band. Al teatro vivrà anche un percorso di eventi oltre la stagione come l’intera giornata a marzo, dedicata alle donne, con spettacoli, incontri e conferenze; gli spettacoli in collaborazione con Armonia che porta a Osoppo le produzioni triestine e gli appuntamenti del Teatro da leggere, dove autori del territorio presentano i loro libri poco prima di ogni spettacolo.

Le due stagioni testimoniano il radicamento sul territorio della compagnia che collabora attivamente con molte realtà regionali, produce spettacoli anche in lingua friulana, ha intensificato l’attività nelle scuole e sta creando reti di scambio e dialogo con strutture teatrali. Prosegue per il terzo anno la collaborazione con la Scuola di danza Ceron che con la sua succursale al Teatro della Corte, condivide le idee e i percorsi di Anà-Thema.
Proseguono anche le ormai famose cene con delitto e con tesoro, e la seguitissima rassegna di teatro ragazzi domenicale con le originali favole a merenda che divertono adulti e bambini. Moltissime sono le proposte di Eureka 8, che partono con la grande prosa: la nuova produzione di AnaThema “Morire, dormire, sognare forse” che debutterà sabato 14 ottobre in anteprima nazionale al Teatro della Corte con la regia di Luca Ferri e i costumi di Emmanuela Cossar. La Compagnia, dopo l’Otello, si cimenta in un lavoro tutto nuovo, ispirato all’opera “Rosencrantz e Guildenstern sono morti”. Uno spettacolo che racconta il tempo che passa, la vita e la morte, il desiderio di conoscere e di esprimere il mondo interiore con le sue paure e le sue felicità. Ritornano in questo allestimento i ricordi e le atmosfere rarefatte di quell’Amleto che aprì la prima stagione di Anà-Thema alla Corte. “Morire, dormire, sognare forse” sarà una riflessione per l’essere umano come uomo, come artista e come sognatore.

Appuntamento al 14 ottobre con il debutto di “Morire, dormire, sognare forse”
con l’augurio che l’arte più bella sia l’ossigeno che respirerete
in questo nuovo anno insieme!

Venerdì 14 e sabato 15 luglio alle ore 21, sarà il momento tanto atteso dello spettacolo di debutto della Compagnia dell’Undicesimo Campus Internazionale:

L’ALBERGO DEI CATTIVI – VILLAINS HOTEL

Uno spettacolo con i 15 attori dell’ Undicesimo Campus Teatrale Internazionale, che dopo un lungo studio sui personaggi “Cattivi del Teatro” presenteranno un percorso teatrale insolito all’interno del prestigioso Astoria Hotel Italia. Ogni stanza dell’albergo diventerà il palcoscenico di uno dei terribili… Lo spettacolo originalissimo sarà allestito nelle stanze dell’albergo e sarà il frutto del lavoro svolto da fine giugno al Teatro della Corte di Osoppo, (sede di Anà-Thema Teatro) dove attori e compagnia sono impegnati nel consueto Campus Teatrale Internazionale quest’anno intitolato “Progetto cattivi del teatro teatro”. Ogni spazio dell’albergo, appositamente allestito, diventerà un micro palcoscenico, sul quale i personaggi “cattivi” rivivranno grazie agli attori, in un viaggio molto suggestivo, per un contatto intimo e davvero esclusivo. Il pubblico verrà diviso in gruppi da 10 persone ed accompagnato in un percorso che lo porterà nelle stanze “private” dei personaggi e nei luoghi più caratteristici del prestigioso Hotel nel cuore della città di Udine. Biglietto €10 -spettacolo per 100 persone a sera, consigliata prenotazione – ASTORIA HOTEL ITALIA – Udine P.zza XXSettembre – Udine.

Il sogno estivo con Anà-Thema Teatro culminerà con l’ormai tradizionale spettacolo di teatro itinerante in Castello il 23 e 24 luglio alle ore 21. Lo spettacolo che suscita ormai da qualche anno una grande attesa da parte del pubblico che numerosissimo segue l’evento, quest’anno si intitolerà

IL CASTELLO DEL PICCOLO PRINCIPE

e sarà tutto dedicato e ispirato al mondo del Piccolo Principe. Dopo il successo del” Castello di Pinocchio”, ecco che il Castello di Udine apre nuovamente i cancelli a due serate teatrali e si trasforma nella dimora dei Personaggi più famosi della celebre storia. Quattordici tappe per un viaggio da sogno che rievoca l’avventura del mitico ragazzino alla scoperta e conoscenza della Rosa, della Volpe, del Serpente, dell’Aviatore e di molti altri. All’ingresso da piazza Libertà, e prima di salire in Castello, verrà consegnata ad ogni spettatore una mappa che permetterà di scegliere il cammino per incontrare i personaggi preferiti. Gli attori in scena, poi, ripeteranno il proprio monologo ogni volta che un gruppo di pubblico si troverà davanti alla postazione del personaggio. Biglietto €10 – Castello di Udine – ingresso arco Bollani, P.zza Libertà

facebook
2.330