Bearzi

La pezzata rossa si riconosce al primo assaggio

carne

I consumatori riconoscono al primo assaggio la carne di razza Pezzata Rossa. Test riuscito per il Laboratorio di Analisi Sensoriali del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali. Dei 144 consumatori, un campione che consuma abitualmente carne bovina, che nelle scorse settimane si sono sottoposti agli assaggi organizzati dall’Università di Udine, ben 80 hanno riconosciuto la carne di razza Pezzata Rossa, rispetto alla Frisona. Non solo. La Pezzata Rossa, famosa per produrre sia latte che carne, è risultata anche la carne ideale sotto tutti i punti i profili “sensoriali”, tra cui l’odore, sapore e poi per la tenerezza e la succulenza. “Significa che c’è una differenza tra le due carni – dice il responsabile del laboratorio docente di zootecnia speciale, professor Edi Piasentier – nettamente percepita dai consumatori. In più la carne di Pezzata Rossa risponde alle attese di qualità dei consumatori”.
I TEST SENSORIALI Si sono svolti nel laboratorio di Scienze Agrarie ed Ambientali di via Sondrio, tra il 22 febbraio e il 4 marzo, in collaborazione con l’Anapri (Associazione Nazionale Pezzata Rossa Italiana). I 144 volontari hanno assaggiato tre campioni di carne bovina cotta al forno, con il compito di individuare “alla cieca” l’assaggio di Pezzata Rossa. Dopo i test, i consumatori hanno compilato i questionari, dai quali sono emersi i risultati. “Scopo della ricerca è quello di contribuire a far emergere la qualità della carne del vitellone di razza Pezzata Rossa prodotto in Friuli – aggiunge ancora – per fornire agli allevatori elementi per valorizzare il prodotto”.
ALTRI RISULTATI La carne é scelta soprattutto in base all’aspetto, alla provenienza e alla fiducia nel rivenditore. Meno importanti, invece, il prezzo e la difficoltà nel cucinarla. Per produrre una carne bovina di qualità, sempre secondo i consumatori, è importante l’alimentazione dell’animale, seguito dal sistema di allevamento, le condizioni di benessere e la razza assieme al tempo di frollatura della carne. Tutte considerazioni emerse durante il test.
ANAPRI Nonostante la consapevolezza di molti consumatori, l’informazione sul prodotto va ancora incrementata secondo il direttore dell’Anapri Tullio Luttman. “Bisogna diffondere il messaggio – spiega – che non esiste un prodotto standard e standardizzato. La carne non è solo carne, ma ci sono delle differenze sostanziali che la caratterizzano. L’allevatore non produce un prodotto indifferenziato e l’animale ha delle caratteristiche genetiche che si mescolano all’ambiente, all’alimentazione e all’allevamento”. Per questo, l’Anapri offre un servizio di spesa di carne bovina Pezzata Rossa a domicilio a cui aderiscono già 400 consumatori e 20 ristoratori (informazioni al numero 0432 224103).
IL CONGRESSO I test sensoriali sono stati effettuati in attesa del 29° Congresso della Federazione Europea Pezzata Rossa, che si svolgerà a Udine dal 3 al 7 maggio. Un momento importante per esperti, tecnici e allevatori provenienti da tutto il mondo per fare il punto sulla razza bovina, organizzato dall’ANAPRI.

facebook

Lascia un commento

1.582