LA TECNOLOGIA DIGITALE DI CENTRO FRIULI PER IL PORDENONE CALCIO

Un’eccellenza del territorio, leader nazionale nel campo dell’innovazione, si lega al Pordenone Calcio. Si tratta di Centro Friuli, azienda specializzata nei servizi di stampa, digital signage, sviluppo di didattica digitale, installazione di server e strutturazione di reti aziendali complete di sistemi di sicurezza informatica scalabili e all’avanguardia. Forte la vocazione territoriale: Centro Friuli è presente a Udine (sede principale) e Trieste, oltre a vantare una collaborazione con il Polo Tecnologico di Pordenone.

L’accordo è stato sottoscritto al centro sportivo Bruno De Marchi dall’amministratore unico di Centro Friuli Flavio Zorzini e dal presidente del Pordenone Calcio Mauro Lovisa. Al club neroverde sono state messe a disposizione strumentazioni altamente avanzate, quali stampanti multifunzione e maxi schermi touch screen, a supporto dell’operatività della società e in particolare della promozione del proprio brand.

Dichiarazione di Flavio Zorzini, amministratore unico di Centro Friuli: «Aderiamo al progetto Pordenone Calcio con entusiasmo e soddisfazione. Il club neroverde condivide valori portanti quali l’innovazione, la programmazione, l’attenzione ai giovani e al sociale. Abbiamo inoltre ritrovato quello spirito che ci contraddistingue: un’azienda che vuol crescere sempre più, ma con l’anima e il motore della famiglia. Dal canto nostro, grazie alla partnership con Sharp – unici in Italia – trattiamo tecnologie informatiche e telematiche sempre più innovative che ci consentono di soddisfare le esigenze delle aree aziendali più espressive. Il nostro è un servizio a 360 gradi».

Dichiarazione di Mauro Lovisa, presidente Pordenone Calcio: «Ringrazio personalmente Flavio Zorzini con il quale c’è stata subito grande sintonia. Che aziende del territorio con rilevanza nazionale sposino il nostro progetto è un forte segnale che siamo sulla strada giusta. Quella di un progetto sportivo e sociale chiaro, protagonista di una crescita matura e consapevole, un passo per volta. Anche grazie all’intensificamento della “rete” con le realtà di riferimento locali e non solo».

Powered by WPeMatico

344