Bearzi

L’Arte trasforma gli spazi urbani, via Cussignacco fino al 9 luglio

Tu-sei-qui
Dal 26 giugno al 2 luglio a Udine, in via Cussignacco, l’arte trasforma gli spazi urbani con la seconda edizione di Tu sei qui, il laboratorio di arte contemporanea promosso dall’associazione
culturale Modo con il patrocinio del Comune e del GAI (giovani artisti italiani). Al termine della settimana la via verrà eccezionalmente chiusa al traffico per trasformarsi in uno spazio espositivo a cielo aperto, visitabile dalla cittadinanza.
Tu sei qui si propone come appuntamento con un modo differente di fare arte, non chiuso negli studi o nelle gallerie, ma nel vivo del tessuto urbano: sulla strada, nel traffico, a contatto con le
persone. Per fare questo sono stati selezionati 17 artisti provenienti da tutta Italia, tre dei quali di Udine, che per una settimana lavorano lungo via Cussignacco, interagendo con i passanti e reinterpretando gli spazi urbani attraverso le loro diverse competenze artistiche: design, mosaico, architettura, illustrazione, sound art, calligrafia, arti visive, figurative e astratte. Il tema di quest’anno “Spazi Liberi” chiede ai creativi di ragionare e lavorare su quei vuoti, luoghi fisici o mentali, che aspettano di essere notati, riempiti, utilizzati.
L’arte contemporanea andrà pian piano a sostituire traffico e veicoli: nuvole fossili sospese sopra le teste dei passanti, parcheggi erbosi da annaffiare, vasi in bronzo per custodire l’identità
sonora del luogo, silhouette colme di idee e parole, collage incollati sull’asfalto, ma anche performance relazionali e partecipate “Tu sei qui – spiegano i ragazzi dell’associazione Modo – è il nostro modo di sostenere concretamente l’arte, la creatività e la cultura, ma è anche una forma di cittadinanza attiva per questo abbiamo pensato che i cittadini sarebbero stati contenti di aiutarci, sostenendo a loro volta la creatività”.
Infatti, un primo e fondamentale aiuto arriva proprio da residenti e commercianti del luogo che, insieme all’amministrazione, mettono a completa disposizione i propri spazi: vetrine, terrazzi,
finestre, marciapiedi, parcheggi, divengono veri e propri laboratori creativi.
Durante la settimana saranno molteplici le occasioni di “contaminazione” fra arte e città: una serata di conoscenza fra residenti e partecipanti dal titolo “Storie artistiche”; le giornate di lavoro in strada, a contatto con i cittadini; l’evento finale di mercoledì 2 luglio alle 18.45, quando la via verrà chiusa al traffico trasformandosi in uno spazio espositivo aperto alla cittadinanza. Anche su twitter artisti e cittadini potranno scambiarsi riflessioni, desideri, idee sul rapporto fra arte e città, tramite l’hashtag #tuseiquiArtlab.

Le installazioni resteranno visibili fino a mercoledì 9 luglio, libere, incustodite, parte integrante degli spazi urbani. Gli artisti che partecipano a Tu sei qui 2014 sono: Francesco Battaglia (Brescia), Ivan Boldrin (Cittadella), Elizabeth Broll (Trento), Angelo De Ceglie (Palermo), Manuel De Marco (Udine), Sara Del Fabbro (Udine), Silvia Franceschini (Trento), Matteo Grasso (Torino), Francesco Liberti (Napoli), Matteo Locci (Roma), Gianluca Marinelli (Taranto), Alessandro Pasquali (Trento), Vera Portatadino (Varese), Susanna Rumiz (Udine), Janine Schemmer (Amburgo), Stefania Spanu (Sassari) e Felix Wendeburg (Amburgo).

facebook
1.094