L’ateneo di Udine vince il campionato nazionale di cybersicurezza

La squadra di cyber-sicurezza MadrHacks dell’Università di Udine ha conquistato il primo posto alla seconda edizione della CyberCup, il campionato nazionale di cyber-sicurezza, che si è svolto da ottobre 2023 al luglio 2024. I MadrHacks hanno superato le squadre di atenei prestigiosi dimostrando il loro talento e la loro preparazione nella competizione che simula scenari reali di attacchi informatici. La loro vittoria, sancita dalla consegna della coppa a Torino il 5 luglio, è un traguardo importante che conferma l’eccellenza dell’Università di Udine nel campo della cyber-sicurezza.

Il team dei MadrHacks (www.madrhacks.org), nato nel 2020 su iniziativa del prof. Marino Miculan, docente di “Sicurezza delle reti di calcolatori” e coordinatore locale della CyberChallenge.it, è formato dagli ex partecipanti al progetto CyberChallenge.it. La maggior parte sono studenti dell’università di Udine, come il capitano Luca Campa; alcuni sono laureati e già impegnati nel settore o dottorandi. Provengono tutti dal Friuli Venezia Giulia e dal vicino Veneto. Nella prima edizione del CyberCup avevano conquistato il terzo posto.

“Questo successo è il risultato di un intenso lavoro di squadra iniziato oltre quattro anni fa, e della dedizione dei MadrHacks, che hanno dimostrato di possedere competenze elevate e una grande passione per la cyber-sicurezza”, spiega con soddisfazione Miculan. “La vittoria alla CyberCup rappresenta un grande riconoscimento per l’Università di Udine, che si conferma come punto di riferimento a livello internazionale per la formazione di esperti di cyber-sicurezza. Questa dedizione si concretizza in diverse iniziative, tra cui il corso di laurea in Artificial Intelligence & Cybersecurity, realizzato in collaborazione con l’Università di Klagenfurt, che forma professionisti altamente qualificati nel campo della sicurezza informatica”, ricorda Miculan. “L’importanza dell’Università di Udine in questo campo è dimostrata anche dai numerosi progetti di ricerca, finanziati a livello nazionale e internazionale, in materia di cyber-sicurezza. E diversi ex membri dei MadrHacks hanno intrapreso brillanti carriere nel settore della sicurezza informatica, dimostrando l’efficacia della loro formazione.”

La CyberCup è il primo torneo italiano dedicato al Capture The Flag (CTF), una modalità di competizione che simula scenari reali di attacchi informatici. I partecipanti si sfidano nella ricerca di vulnerabilità in sistemi e software messi a disposizione dagli organizzatori, utilizzando diverse tecniche di hacking. La CyberCup si distingue per la sua inclusività: la partecipazione è aperta a tutti, senza limiti di età o requisiti particolari. Questo permette a studenti, appassionati e professionisti di confrontarsi e mettere alla prova le proprie abilità nel campo della cyber-sicurezza. Accanto alle squadre universitarie, partecipano anche team indipendenti, spesso composti da professionisti del settore, e persino singoli giocatori. Questa eterogeneità contribuisce a rendere la CyberCup un’esperienza formativa e coinvolgente per tutti i partecipanti. Oltre all’aspetto competitivo, la CyberCup si propone come un importante momento di aggregazione per la comunità di hacking etico. Il torneo offre infatti l’opportunità di condividere conoscenze, esperienze e strategie con altri appassionati di cyber-sicurezza.