Latisana: recital di Angelo Floramo e Stefano Montello Fatoprofugus. 19 febbraio 2020

Il recital FATOPROFUGUS, di e con Angelo Floramo e l’accompagnamento musicale di Stefano Montello, debutta domani, mercoledì 19 febbraio, alle 20.45 nel Centro polifunzionale di Latisana per il calendario di Anteprima Dedica, programma di eventi che precedono il festival Dedica a Hisham Matar.

Prodotto dall’associazione Thesis, è “una vertiginosa discesa negli inferi della Storia, una galleria di personaggi che hanno vissuto nell’assenza, nella dimensione dello sradicamento e della lontananza, dell’esilio imposto o volontario. La voce critica contro la protervia del potere, l’abbandono della propria terra come espressione di libertà o resistenza, per politica o per amore”. Dopo Latisana, sarà in replica sabato 22 a palazzo Ragazzoni di Sacile e venerdì 28 nella sala Enal di Tiezzo di Azzano Decimo.

Insegnante e medievista per formazione, è consulente culturale e scientifico della Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, Angelo Floramo ha pubblicato numerosi saggi e collabora con riviste nazionali ed estere. Tra i suoi titoli: Balkan Circus; Guarneriana segreta; L’osteria dei passi perduti; Forse non tutti sanno che in Friuli…; La Veglia di Ljuba; Storie segrete della storia del Friuli; La sensualità del libro e Le incredibili curiosità del Friuli.

Musicista, scrittore e “contadino sociale”, Stefano Montello è fondatore del gruppo friulano FLK ed ha scritto testi e collaborato con artisti di vari generi musicali. Come scrittore ha pubblicato diversi libri tra cui: Nuviçute mê e sûr, traduzione in lingua friulana del Cantico dei Cantici; Manuale ragionato per la coltivazione dell’orto e L’albero capovolto. Per il teatro ha scritto Viaggio Notturno; Aquileia post Christum natum; L’ort

549