Laura Bassi: dopo l’incidente parteciperà all’Unesco Cities Marathon

A meno di un anno dal terribile incidente stradale che le ha causato l?amputazione di una gamba, la ragazza friulana parteciperà simbolicamente alla maratona del 29 marzo, correndo assieme allo scienziato di fama mondiale Mauro Ferrari, che l?ha voluta come presidente di Achilles International Italia
Tavagnacco (Udine), 12 marzo 2015 ? Laura c?è. Eccome se c?è. Con tutta la grinta dei suoi vent?anni. E con la voglia di dimostrare che un trauma, per quanto invalidante, non è la fine della vita. La sua sfida si chiama Unesco Cities Marathon. Non sarà un traguardo qualunque.

Laura Bassi, di Cussignacco (Udine), il 22 giugno 2014 è stata coinvolta in un terribile incidente stradale nei pressi di Gemona, in cui hanno perso la vita tra persone, tra le quali il suo fidanzato. Sopravvissuta alle gravissime ferite, Laura – oggi ventenne – ha però perso una gamba, iniziando un lungo percorso di riabilitazione che prevede cure costanti presso l?istituto Gervasutta di Udine.

Laura è una ragazza forte, temprata dalle difficoltà. E la maratona è una sfida che l?affascina. Per questo, domenica 29 marzo, parteciperà alla corsa che unirà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia. Correrà, ovviamente, solo per un breve tratto e al suo fianco avrà lo scienziato friulano di fama mondiale Mauro Ferrari, esperto di nanotecnologie in campo medico e presidente del Methodist Research Institute di Houston in Texas.

?Quand?’ero ancora in terapia intensiva ? ha spiegato Laura Bassi, ho avuto la fortuna di conoscere Mauro Ferrari che, insieme alla moglie Paola, è venuto a farmi visita e mi ha incoraggiata a guardare avanti, parlandomi di sport e di tante belle iniziative che avrei potuto portare a termine una volta uscita dall?’ospedale. L?’Unesco Cities Marathon era un appuntamento che ci siamo dati, sono felice di parteciparvi?.

Pochi giorni fa, Laura ha creato una pagina Facebook dal titolo ?Laura Team? che ha già registrato oltre 1.600 adesioni. La sua intenzione è quella di creare qualcosa di duraturo per sensibilizzare l?’opinione pubblica sulle problematiche vissute dalle persone che subiscono menomazioni fisiche.

Mauro Ferrari, assieme alla moglie Paola, l?’ha voluta quale primo presidente di Achilles International Italia, l’?organizzazione benefica fondata nel 1983 a New York da Dick Traum con lo scopo di promuovere l?attività sportiva tra i disabili. ?E? stata un?idea bellissima. Ho accettato su due piedi. Anzi: su uno??, ha scherzato Laura in conferenza stampa.

Mauro Ferrari ha voluto esserle a fianco anche in quest’?occasione, inviando un video da Houston in cui compare, al fianco della moglie Paola, in camice bianco e con al collo le due medaglie conquistate nelle precedenti partecipazioni all?’Unesco Cities Marathon.

Appuntamento al 29 marzo.

UNESCO CITIES MARATHON
In Friuli Venezia Giulia, all?inizio della primavera, si corre l?unica maratona al mondo che collega due siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell?Unesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Le due cittadine sono distanti esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui, l?idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, la celebre ?città stellata?, a sua volta candidata a diventare parte del Patrimonio Mondiale dell?Unesco. La prossima edizione dell?Unesco Cities Marathon si svolgerà il 29 marzo 2015, con partenza a Cividale del Friuli e arrivo ad Aquileia, nella storica Piazza Capitolo. Quarantadue velocissimi chilometri, nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d?Italia.

1.709