Bearzi

LAVORO: PRESENTATI A MANIAGO PACCHETTI INIZIATIVE PER OCCUPAZIONE

Maniago, 07 giu – Ricerca e presentazione del personale alle
aziende interessate, ricollocamento mirato, incentivi alle
assunzioni attraverso diverse linee di intervento tra cui il
progetto Pipol-Garanzia giovani e sostegno alla nuova occupazione
con l’utilizzo dei fondi europei. Sono queste le direttrici lungo
le quali si sta muovendo la Regione attraverso l’Agenzia
regionale per il lavoro e, in parte, anche della “neonata”
Investimenti Fvg per incentivare la crescita occupazionale in
Friuli Venezia Giulia. I pacchetti delle iniziative a favore
delle imprese e dei lavoratori sono state illustrate nel corso di
un incontro svoltosi al Museo dell’arte fabbrile di Maniago, alla
presenza del sindaco Andrea Carli, del direttore del Nucleo di
industrializzazione della provincia di Pordenone (Nip) Saverio
Maisto e di alcuni funzionari dell’amministrazione regionale.

L’Agenzia regionale per il Lavoro, impegnata nell’agevolare
l’incontro tra domanda e offerta, è una struttura composta da una
rete capillare che conta su 18 Centri per l’impiego. La sua
mission è quella di consolidare i rapporti con le aziende
all’interno di una serie di funzioni che vanno dalla ricerca e
dalla preselezione del personale alla formazione attraverso
tirocini e corsi di qualificazione in collaborazione con le
stesse imprese. Parallelamente l’Agenzia garantisce anche
un’informazione sugli incentivi e politiche del lavoro;
l’obiettivo è quello di ricercare la figura adatta che rispecchi
le peculiarità richieste dall’azienda, andando poi a proporle, in
modo “sartoriale”, quanto cercava.

Quindi si è passati all’illustrazione del progetto Pipol-Garanzia
Giovani che, da un lato, sostiene il loro ingresso nel mercato
del lavoro e il reinserimento de disoccupati e, dall’altro,
assegna alle imprese strumenti per la crescita occupazionale.
Quindi un passaggio è stato dedicato al collocamento mirato
attraverso il fondo regionale per l’occupazione dei disabili che
prevede, tra l’altro, assunzioni ed inserimenti in azienda
attraverso percorsi personalizzati di integrazione lavorativa.
Per quanto riguarda poi gli incentivi all’assunzione, sono stati
illustrati gli incentivi regionali attinenti alle Politiche
attive per il lavoro (PAL) nelle quali la Regione ha messo a
disposizione delle imprese una dotazione finanziaria di 3 milioni
di euro; destinatari della misura sono donne e uomini over 55 in
situazione di disoccupazione. Quindi una panoramica sulle
iniziative nazionali quali il progetto Garanzia Giovani, misure
per gli over 50, giovani genitori, sostituzione maternità e
quelle per i lavoratori percettori di ammortizzatori sociali.

Nell’ambito dello stesso incontro è stata illustrata poi
l’attività della “Investimenti Fvg”, una struttura appartenente
alla Direzione centrale delle Attività produttive. Il suo compito
è quello di fornire alle imprese – in modo particolare a quelle
orientate all’innovazione – un catalogo degli incentivi messi a
disposizione dalla Regione. In questo ambito vengono sostenute le
aziende la cui attività rientra all’interno delle traiettorie di
sviluppo quali l’agroalimentare, metalmeccanica e filiera casa,
tecnologie marittime, biomedicale e biotecnologie. In particolare
è stato spiegato che, grazie ai fondi europei 2014-2020, le
aziende del Friuli Venezia Giulia potranno utilizzare attraverso
specifici bandi circa 250 milioni di euro destinati a innovazione
di processo e di prodotti, ricerca e sviluppo, star up e spin off
ma anche per favorire nuova occupazione.
ARC/AL/EP

Powered by WPeMatico

facebook
382