Bearzi

Lazio-Udinese 2-2: super Asamoah, per una volta delude Benatia. Le pagelle

udinese_palermo_-1218 dicembre 2011 – L’Udinese (31 pt) agguanta un prezioso pareggio all’Olimpico contro un ottima Lazio che permette di tenere i biancazzurri a distanza (29pt) mentre scappa la Juventus (33) e il Milan (31) raggiunge i bianconeri.

Guidolin rinuncia in partenza a Di Natale, sostituito da Floro Flores, e Armero in luogo del quale si rivede Pasquale. Ferronetti completa il trio difensivo e Guidolin offre ancora una chance a Torje nel ruolo di trequartista. Ibianconeri passano invantaggio proprio con una combinazione fra Pasquale, imbeccato benissimo da Pinzi,  e Floro Flores che al 27° gira in porta il cross dell’esterno sinistro. Il pareggio della Lazio viene da un pasticcio difensivo friulano con Isla e Benatia che non chiudono su Lulic che dal limite scocca il tiro che passa fra le gambe del marocchino e si insacca sul primo palo al 42°.  Il raddoppio biancoceleste arriva con un cross dalla trequarti sinistra al 5° della ripresa corretto da Rocchi per l’ottimo Klose che calcia verso la porta trovando il tocco di Ferronetti che mette fuori causa Handanovic. La partita è bellissima e ricca di ribaltamenti di fronte. Guidolin mischia le carte e mette in campo Abdi e Di Natale passando al 442. Proprio il fuoriclasse napoletano imbecca Pinzi in profondità per il pareggio che giunge al 28° della ripresa. Nel finale ancora un occasione per parte per il pareggio finale.

HANDANOVIC 6,5: al solito non gli vengono offerte molte opportunità per mettere in mostra le sue qualità. Incolpevole sui due gol ha li erito di chiudere benissimo su Klose lanciato a rete. Ancora qualche problemino nel giocarla coi piedi, ma si tratta di dettagli

BENATIA 5: peggior partita in due anni per il franco marocchino che soffre da matti su Rocchi, su Klose e su Lulic. Ammonito nei primi minuti (salterà la Juve mercoledì) forse si fa prendere dal nervosismo. Sbaglia clamorosamente sul gol di Lulic arretrando invece di chiudere. Commette numerosi falli a centrocampo che potrebbero costargli il secondo giallo. Una prestazione davvero infelice per il fortissimo difensore dell’Udinese.

DANILO 6: soffre anche lui gli ottimi attaccanti della Lazio soprattutto nei numerosi traversoni in cui si trova a scontrarsi in difficili giocate aeree.

FERRONETTI 6: gli capita un avversario difficile come Klose che gli scappa un paio di volte. Sfortunato nella deviazione che procura il vantaggio biancoceleste

BASTA 5,5: frenato nelle sue solite scorribande dalla scelta tattica di Reja che gli oppone un avversario difficile come Sculli che lo costringe a fare il terzino. Guidolin lo sostituisce cambiando modulo nella ripresa

dal 65° ABDI 6: entra a fare l’interno destro in un ruolo che impone anche molto sacrificio. Non incide né in negativo né in positivo.

ISLA 6: correo con Benatia in occasione del pareggio laziale si riscatta quando col 442 passa in fascia destra. Questa volta non è straordinario ma sicuramente positivo. Sullo 0-1 sfiora il gol che avrebbe forse ammazzato la partita ma Radu ci mette uno stinco

PINZI 7: reduce dalla fatica di Coppa gioca una partita straordinaria per intensità. Privo di una controparte nella sua zona avanza spesso a pressare altissimo ma si fa sentire anche con i soliti recuperi in difesa. Eccezionale l’intuizione che libera Pasquale sulla fascia sinistra per il vantaggio bianconero

ASAMOAH 7: ancora un’ottima prestazione per il ghanese che come zona del campo presidia l’intero rettangolo di gioco. Straordinario in alcune accelerazioni e strepitoso nei recuperi anche in difesa.

PASQUALE 6: prova positiva per l’esterno sinistro che da tempo non partiva titolare che imbecca Floro Flores per il vantaggio. Viene chiamato in causa in poche occasioni altrimenti il voto avrebbe potuto essere anche più alto. Chiude da esterno sinistro basso dove non demerita

TORJE 6: ne azzecca poche ma quando le azzecca dimostra il suo valore. La giocata migliore nel primo tempo quando ruba palla sulla trequarti e serve Isla con un bel cross di sinistro. Troppe poche le giocate positive ma la stoffa c’è. Forse è più una punta che un trequartista. Era quello che si diceva, con le dovute proporzioni, di Sanchez. Diamogli tempo

dal 65° DI NATALE 6,5: come entra cambia la partita. Spalle alla porta manda in gol Pinzi e si inventa un paio di ottime conclusioni. Avesse segnato sarebbe stato man of the match. E’ un fuoriclasse e Guidolin ha deciso di preservarlo dopo gli sforzi extra dell’ultima settimana

FLORO FLORES 6,5: prova positiva per l’anatroccolo che tutti aspettano di vedere trasformarsi in cigno. Devia in porta il cross di Pasquale, si batte tantissimo là davanti. Ne becca parecchie di testa e mette in difficoltà la difesa laziale. Giocando centravanti è un giocatore davvero pericoloso.

facebook

Lascia un commento

2.349