Le giornate dell’energia a Udine

energia
L’evento in programma venerdì 18 e sabato 19 dicembre
Da CasaClima al “patto dei sindaci”, dall’attenzione per il verde alla raccolta differenziata dei rifiuti. E, ancora, un innovativo piano energetico comunale e un modo nuovo di pensare le misure antismog, passando per l’installazione di pannelli fotovoltaici, gli incentivi a ridurre l’uso dell’auto, la certificazione Emas per tutti gli uffici comunali, fino a “piccole”, ma importanti, azioni quotidiane come l’uso di carta riciclata e l’uso della posta elettronica per l’invio di documenti interni al posto delle tradizionali e superate circolari cartacee.

Il Comune di Udine continua a prestare la massima attenzione ai temi dell’ambiente e alla qualità della vita dei propri cittadini. Un’attenzione che si concretizza sempre di più attraverso le numerose azioni che l’amministrazione comunale ha messo in campo o sta per varare in questo senso. Come promesso a Friuli doc, infatti, sono stati piantati i 41 esemplari di alberi per controbilanciare le quote di Co2 prodotte dalla manifestazione: oltre 30 frassini e carpini fanno bella mostra negli spartitraffico e nelle rotonde vicino lo stadio Friuli, mentre gli altri sono stati inseriti in nuove aiuole cittadine.

Ma non c’è azione efficace che si rispetti se non è condivisa e partecipata. Ecco perché sabato 18 e domenica 19, in concomitanza con la conclusione della “Conferenza sui cambiamenti climatici” di Copenhaghen, palazzo D’Aronco ha organizzato “Insieme, di corsa per il clima. Le Giornate dell’Energia a Udine”, un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della gestione efficiente  delle risorse energetiche e delle fonti rinnovabili.

“È quanto mai importante – dichiara il sindaco di Udine, Furio Honsell –  informare in modo puntuale i cittadini su quanto sia vantaggioso essere efficienti dal punto di vista energetico. L’efficienza energetica, infatti, è e deve essere la nostra priorità”.

Le giornate dell’energia di Udine vogliono promuovere la recente adesione del Comune al “Patto dei sindaci”, l’accordo “20-20-20” tra le amministrazioni locali del vecchio continente per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea di riduzione dei consumi energetici del 20%, di incrementare l’utilizzo delle fonti rinnovabili del 20%  entro il 2020.

“Indipendentemente dalle decisioni prese a Copenhaghen – commenta l’assessore comunale alla Qualità della Città, Lorenzo Croattini – tutti siamo in corsa per affrontare in maniera propositiva le sfide che i cambiamenti climatici ci pongono. Queste due giornate sono da una parte l’occasione per ragionare insieme e dall’altra anche per proporre comportamenti concreti che tutti i cittadini possono positivamente sfruttare”.

Le “giornate dell’energia a Udine” prevedono incontri, conferenze, giochi e visite guidate e sono state organizzate grazie anche alla collaborazione dell’Agenzia per l’Energia della Provincia di Udine, di Amga, Saf, degli istituti tecnici “ITI Malignani”, “ISIC D’Aronco” di Gemona, dell’Università di Udine, delle associazioni, e la partecipazione delle librerie cittadine, che già da ieri, 14 dicembre, e fino al 19 allestiranno le loro vetrine sul tema energetico.

La due giorni all’insegna dell’ecologia inizierà venerdì 18 alle 15 con il convegno “Di corsa, insieme per il clima” in cui si parlerà di come le politiche locali in campo energetico possano incidere sulla vita quotidiana dei cittadini. All’incontro parteciperanno il sindaco di Udine, Furio Honsell, l’assessore provinciale all’Energia, Stefano Teghil, gli assessori comunali alla Qualità della città, Lorenzo Croattini, e alla Gestione Urbana, Gianna Malisani, Carlo Fioritto dell’Ape, Agnese Presotto, responsabile per il Comune del progetto Cyber Display, Giancarlo Savino, energy manager del Comune di Salerno, Gerhard Moritz, dell’Agenzia per l’energia della Carinzia e Matteo Mazzolini, direttore dell’Ape di Udine.

Sempre alle 15 di venerdì, in piazza Libertà sarà invece di scena il Ludobus con un laboratorio ludico/didattico dedicato ai più piccoli sui principi dell’energia e con materiali forniti dall’ateneo friulano. Alla stessa ora, ma sotto la loggia del Lionello, inoltre, le associazioni ambientaliste e dei consumatori distribuiranno materiali informativi sulle proprie attività nel settore energetico.

Sabato 19 a partire dalle 9 nella sala ricevimenti di palazzo D’Aronco si svolgerà, a cura dell’Agenzia Provinciale per l’Energia di Udine, un corso per i cittadini che intendono comprare o ristrutturare un edificio secondo standard elevati di efficienza energetica. Al termine della “lezione”, dalle 14.00 alle 16.00, è prevista inoltre una visita guidata a un cantiere edilizio udinese che verrà certificato secondo gli standard Casa Clima. In contemporanea, sempre a partire dalle 9, il Comune ha organizzato una visita guidata ad alcuni impianti per la generazione energetica da fonti rinnovabili o ad alta efficienza presenti in ambito urbano. La visita sarà realizzata grazie al supporto di SAF che metterà a disposizione un autobus ecologico a metano. Il ritrovo è previsto per le 09.00 di sabato mattina davanti alla Loggia del Lionello, in Piazza Libertà. Durante entrambe le giornate, infine, sotto ai portici di palazzo D’Aronco verranno allestiti stand gestiti dagli istituti tecnici “Malignani” di Udine e “ISI”S D’Aronco di Gemona nei quali verranno esposte delle installazioni dimostrative di tecnologie per le fonti energetiche rinnovabili. Sarà inoltre possibile provare una cyclette per generare energia elettrica grazie al movimento del ciclista. Ma gli eventi pensati non si esauriscono qui. Venerdì alle 18.30 a palazzo Morpurgo e sabato alle 9 al Malignani, verrà presentato il libro “Energia e Futuro” di Mirco Rossi sugli sviluppi futuri del settore energetico.

Lascia un commento

450