Bearzi

Le isituzioni friulane unite contro Paolo Villaggio

paolo-villaggio-friulaniLa Regione Friuli Venezia Giulia sta valutando l’ipotesi di querelare Paolo Villaggio per alcuni passaggi del suo ultimo libro, ”Mi dichi”, in cui i friulani vengono descritti come ”alcolizzati”. La decisione sulla querela sara’ presa domani nella riunione della Giunta regionale. Nel libro, un saggio comico sull’italiano, Villaggio scrive che ”gli altoatesini parlano e scrivono per dispetto solo in tedesco, e i friulani, che per motivi alcolici non sono mai riusciti a esprimersi in italiano, parlano ancora una lingua fossile impressionante”.

Indignato e sconcertato per aver ricevuto offese tanto pesanti quanto gratuite. Per il Presidente della Provincia di Udine on. Pietro Fontanini, «bene farebbe il presidente della Regione Renzo Tondo a querelare questo signore che ha dato ai friulani definizioni così offensive e che non fanno per nulla ridere. La dizione dei friulani è tra le migliori in Italia in quanto priva di accenti vistosi. Non sono per nulla d’accordo neppure con chi sostiene che i friulani non hanno autoironia e non sanno stare allo scherzo: le frasi riportate sul testo scritto da Villaggio non sono spiritose e hanno lo stesso effetto di una barzelletta mal riuscita. Chi parla pare non conosca affatto il nostro popolo: poteva ironizzare su luoghi comuni celebri come, ad esempio, sul fatto che siamo risparmiatori all’ennesima potenza, che può capitare che infarciamo i nostri discorsi con qualche imprecazione un po’ colorita. Ci stava anche una battuta sul “tajut”. Ma che cosa c’entra l’alito e il resto? Questo qua non ha mai conosciuto un friulano. Quanto al possibile riferimento al commento negativo dato alla lingua friulana dal sommo Dante Alighieri va detto che la critica rivolta alla lingua dei friulani nacque dal fatto che il padre dell’italiano aveva interesse a promuovere la sua e comunque, pur nella sua critica, non  utilizzò termini così volgari. Villaggio dovrebbe pertanto vergognarsi per aver usato così tanta superficialità nella sua opera»

“Devo confessare di non conoscere molto Paolo Villaggio, ma la sua uscita sui friulani mi sembra proprio fantozziana”. Il sindaco di Udine Furio Honsell interviene così sulla polemica scatenata dalle frasi contenute nel libro “Mi dichi” del comico genovese. “L’uscita di Villaggio – commenta Honsell – è maldestra e fuori luogo, perfettamente in linea con lo squallore che spesso caratterizza la figura di Fantozzi. Mi sembrano dei commenti razzisti – continua il primo cittadino –  e indicano ancora una volta la brutta china che sta prendendo una parte della società e della politica italiana”.

Diteci la vostra sulla nostra pagina Facebook

facebook

Lascia un commento

1.071