Aperitivo a Grado

Letture in corte: il calendario a Udine

facebook

Ritornano attese e auspicate, a partire da lunedì 6 luglio alle 21, le letture estive curate dall’ormai collaudata coppia Angela Felice e Paolo Patui, ospitate all’interno di UdinEstate 2009, sempre all’interno della suggestiva Corte Morpurgo di via Savorgnana, e organizzate dal Teatro Club Udine in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Udine.
Dopo l’inaspettato e affettuoso successo riscosso dai  due romanzi che hanno caratterizzato le “Letture in corte” dell’estate  2008, ovvero l’enigmatica “Madame Bovary” e l’eroico “Sostiene Pereira”, il romanzo che scandirà questa estate udinese sarà “Il Fu Mattia Pascal”, il capolavoro di Pirandello che nel 1904 inaugura la grande stagione del romanzo italiano contemporaneo. Un romanzo dove la riflessione interiore si mescola con la scrittura arguta, paradossale e quindi persino divertita e divertente che caratterizza il fluire narrativo delle opere di Pirandello. I temi forti del romanzo appaiono tutti sottolineati da una prosa accattivante: la famiglia, sentita come nido, quando è originaria e materna, o come prigione, quando è deludente vincolo coniugale; il gioco d’azzardo e lo spiritismo, come metafore del potere del caso e spie dei limiti della volontà e della ragione umane. E al centro un personaggio che si chiama Mattia Pascal, poi Adriano Meis e infine di nuovo Mattia Pascal, ma con la premessa di un funereo “fu”, come un pensionato dell’esistenza o un cadavere vivente.
Come da collaudata formula, a leggere con non comune intensità pagine, episodi, frammenti del libro sarà Paolo Patui, da sempre convinto sostenitore  che nell’enorme bagaglio di pagine scritte,  pensate e lette dall’umanità vi sono idee e pensieri, emozioni e riflessioni che stanno alla base del nostro quotidiano agire, pensare, vivere. Accanto a lui, Angela Felice accompagna il pubblico alla scoperta dei piccoli – grandi segreti nascosti fra i personaggi e le vicende di un libro; una sorta di guida attenta e profonda, eppure leggera e delicata, che “contrappunta le letture” con osservazioni sagaci, illuminazioni inaspettate e sottili.
La semplice struttura che dà vita a questa serata sarà, come sempre, ravvivata anche dalla presenza dell’ospite, che in ogni appuntamento diviene una sorta di testimonial della lettura: un personaggio insomma disposto a leggere con estrema naturalezza, dimostrando che la lettura è il modo personale e in possesso di tutti per impadronirsi delle storie e dei personaggi. Sarà il sindaco di Udine Furio Honsell a fare gli onori di casa in qualità di prestigioso ospite della prima serata quella del 6 luglio; a seguire, martedì 14, l’operatore culturale Federico Rossi e infine, lunedì 20 luglio, la docente universitaria Piera Rizzolatti.
A rendere ancora più suggestiva la già affascinante cornice di Palazzo Morpurgo ci saranno i canti siciliani con cui Nicoletta Oscuro aprirà ogni serata, così come non mancherà la proiezione di alcuni spezzoni tratti da “Le due vite di Mattia Pascal”, splendida versione televisiva del romanzo diretta da Mario Monicelli e animata da un cast eccezionale, formato da Marcello Mastroianni, Laura Morante, Senta Berger,  Flavio Bucci e Alessandro Haber.
Come a dire che una delle magie della lettura sta proprio nel saper suscitare relazioni e suggestioni con ogni tipo di linguaggio comunicativo. Letture in corte divengono così un contenitore pieno di sorprese, un format capace di donare al pubblico intensità e dolcezza, fantasia e riflessione: tutti elementi capaci di ridare dignità e forza espressiva a quell’atto della lettura che i tempi moderni vorrebbero banalizzare e relegare ai margini delle abitudini umane.

370