Bearzi

Lignano: iniziata l’attività di volontariato dei giovani profughi ospiti temporaneamente

Jpeg

Venerdì scorso è iniziata l’attività di volontariato dei giovani profughi ospiti temporaneamente nella struttura privata, Hotel Miriam. L’avvio dei lavori è stato preceduto da un incontro informativo avvenuto ad inizio settimana con i tecnici del Comune che hanno spiegato le modalità e la localizzazione degli interventi che verranno eseguiti.
I giovani interessati, circa una sessantina, hanno sottoscritto un patto di volontariato con il quale hanno dichiarato di voler aderire al progetto, che li vede partecipi nella vita della comunità che li ospita, prestandosi gratuitamente a pulire tratti di marciapiede adiacenti la spiaggia per liberarli dalla sabbia, oltre ad effettuare altre pulizie delle aree verdi.
Durante le ore di pulizia, i ragazzi saranno accompagnati ed affiancati da alcuni giovani volontari lignanesi dell’associazione Menti libere, che hanno offerto gratuitamente la loro collaborazione alla CRI Croce Rossa Italiana, firmataria del protocollo d’intesa recentemente sottoscritto insieme a Comune, Regione, Prefettura, che funge da coordinatore del progetto.
Sarà il tratto di marciapiede della zona di Punta faro la prima ad essere interessata dalla pulizia, cui seguiranno i successivi tratti impiegando i ragazzi per due giornate la settimana con turni di 12 per volta fino a circa fine aprile, periodo concertato per la loro partenza.
L’assessore alle politiche sociali Paolo Ciubej ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto e sottolineato l’ampio riconoscimento alla nostra collettività manifestato dal Prefetto, dal Questore e dalla Regione.
L’assessore ha voluto inoltre ribadire, per una corretta e precisa informazione, che l’amministrazione comunale non ha sostenuto alcun impegno finanziario se non quello di aver messo a disposizione dei volontari i materiali necessari all’espletamento dei lavori di pulizia (guanti, pettorine, rastrelli, pale, ecc), mentre l’attività di accompagnamento e socializzazione verrà svolta gratuitamente sempre dai giovani volontari di Menti libere.
Gli oneri per le lezioni di italiano per stranieri, per l’ assicurazione e per il vestiario invece vengono sostenuti direttamente dalla Croce Rossa Italiana.

Jpeg

facebook
696