L’opera sarà realizzata dalla Provincia di Udine in collaborazione con l’amministrazione comunale. Oggi l’incontro a palazzo Belgrado tra Fontanini e il sindaco Bergagna.

Buja, nel 2016 la rotonda tra la sp “Osovana” e la sp “Juliense”.
L’opera sarà realizzata dalla Provincia di Udine in collaborazione con l’amministrazione comunale. Oggi l’incontro a palazzo Belgrado tra Fontanini e il sindaco Bergagna.

Da intersezione regolata da semaforo a rotonda. Sarà questo il nuovo volto dell’incrocio tra la sp Osovana e la sp Juliense in comune di Buja. Un’opera molto attesa dalla comunità locale stante anche la crescente intensità del traffico proprio all’ingresso del paese. A realizzarla sarà la Provincia di Udine che l’ha calendarizzata per il 2016. Oggi, a palazzo Belgrado, la comunicazione della realizzazione dell’intervento da parte del presidente Pietro Fontanini e del vice Franco Mattiussi al primo cittadino di Buja, Stefano Bergagna e all’assessore Alberto Guerra.
260 mila euro il quadro economico complessivo per la maggior parte (190 mila euro) coperto dalla Provincia di Udine; la quota rimanente sarà a carico del Comune. “Siamo molto soddisfatti per la prossima realizzazione di quest’opera – ha commentato il sindaco Bergagna – che senza dubbio contribuirà a snellire il traffico, rendere la circolazione più sicura e a ridurre l’incidenza dell’inquinamento evitando la sosta al semaforo. Per il Comune, nel 2016, questa sarà l’opera viabilistica più importante”.
Le due amministrazioni sottoscriveranno un accordo di collaborazione in cui verranno formalizzate le caratteristiche tecniche, procedurali e progettuali. “I tempi di realizzazione saranno brevi – garantisce il vice Mattiussi – in quanto non è necessaria la procedura espropriativa visto che il sedime è di nostra proprietà”. Oltre alla rotonda, la Provincia di Udine riserverà un occhio di riguardo anche per pedoni e ciclisti “tant’è che – aggiunge il vice Mattiussi – sarà data continuità ai percorsi ciclopedonali esistenti lungo la Juliense verso Tonzolano”.
La rotonda avrà un diametro esterno sull’ordine dei 40 metri, sarà dotata di impianto di illuminazione pubblica (gli aspetti tecnici saranno definiti con il Comune). Veranno eseguite anche opere integrative funzionali al restyling dell’incrocio.

Powered by WPeMatico

511