Bearzi

L’Ora della Terra 2013. Tutti al buio per difendere l’ambiente

Il Pianeta al buio, per il bene dell’ambiente. Il Wwf spegne le luci: è ‘L’Ora della Terra – Earth hour’, e in tutto il mondo alcuni dei luoghi più simbolici si ‘spegneranno’ per un’ora, dalle 20,30, e a seconda dei fusi orari daranno a una grande ‘ola’ contro i cambiamenti climatici e il riscaldamento globale. Molti i monumenti che spegneranno l’illuminazione, come gesto simbolico per sensibilizzare, per salvare il Pianeta: dalla cupola di San Pietro a Roma all’Empire State Building a New York, alla porta di Brandeburgo a Berlino, al Cremlino a Mosca, alla torre Eiffel a Parigi, alla Table Mountain di Città del Capo e alle cascate del Niagara. I primi ad andare i scena saranno le isole del Pacifico, che sono anche quelle più minacciate dall’innalzamento del livello del mare, per poi proseguire in questo giro del mondo. Il Wwf ricorda che “nelle ultime ore sono arrivate nuove prestigiose adesioni”; come quella del “segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon” che partecipa “con determinazione per agire sui cambiamenti climatici” e del “calciatore Lionel Messi” (e anche l’Uefa spegnerà le luci dell’ufficio di Ginevra). I Paesi coinvolti saranno oltre 150: tra questi, per la prima volta ci sono, Palestina, Tunisia, Galapagos, Suriname, Guyana Francese, St.Helena e Rwanda. In Italia l’appuntamento, con il megainterruttore del Wwf, è a piazza di Spagna dalle 19,00. Nel nostro Paese poi si spegneranno le luci in più di 280 comuni. Tra i monumenti storici, il David di Michelangelo a Firenze (ma anche Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, Palazzo Strozzi), la basilica di San Francesco ad Assisi, i portici palatini di Torino, la Torre di Pisa, la mole Antonelliana, l’Arena di Verona, Piazza del Plebiscito a Napoli, Piazza Maggiore a Bologna, le mura di Lucca, la Fontana Maggiore di Perugia, a Milano la Scala e Castello Sforzesco si accenderanno di candele. “Attraverso la campagna Earth Hour – afferma Mariagrazia Midulla, responsabile clima ed energia del Wwf Italia – le persone di tutti i ceti sociali, da tutti gli angoli del globo hanno il potere di unirsi nei loro gesti, individuali o collettivi, per garantire un futuro sostenibile al Pianeta”. Le imprese partner del Wwf che hanno risposto all’appello di Earth hour sono Unicredit, Sofidel, Dodo, Auchan, I Provenzali, Berendsohn, Mutti. L’Ora della Terra 2013 ha ricevuto il patrocinio del ministero dell’Ambiente, del ministero per i Beni culturali, del ministero dello Sviluppo, della rappresentanza in Italia della commissione Europea, oltre che di Roma Capitale.

facebook

Lascia un commento

391