ora della terra
E’ l’ora della Terra. Per il quarto anno consecutivo il Wwf lancia Earth Hour, la più grande azione su scala internazionale a favore dell’ambiente. Oltre 5000 città in tutto il mondo alle ore 20.30 del 27 marzo 2010 spegneranno la luce per sessanta minuti. Dopo i deludenti risultati del summit di Copenhagen e il crescente allarme per la salute del pianeta, l’associazione ambientalista torna a scuotere le coscienze dei cittadini.

E voi siete pronti a spegnere la luce sabato 27 marzo alle 20.30? Magari non per un’ora, ma per un tempo significativo giusto per far capire a chi può che si deve dare una mossa! Organizza il “tuo” appuntamento al buio: una cena al lume di candela, coinvolgi il condominio in cui vivi e spegnete tutti insieme le luci per un’ora, fai una festa illuminata solo da fiaccole

Non ha importanza chiedersi se si tratti di Hong Kong o di Chicago, di Ginevra o di Berna: il 27 marzo circa 5000 città in tutto il mondo spegneranno alle ore 20.30 la luce per un’ora. Earth Hour è la piu grande azione su scala internazionale a favore dell’ambiente, a cui aderiscono molte ditte e moltissimi privati. Il messaggio: le persone vogliono un maggior impegno per la protezione del clima. In occasione della Earth Hour dello scorso anno, oltre 4000 città sparse in tutto il mondo hanno spento l’illuminazione dei loro monumenti ed edifici simboli. E per la prima volta questo è avvenuto anche in Svizzera. Questa iniziativa ha coinvolto circa un miliardo di persone, diventando così la piu grande azione su scala internazionale per la tutela dell’ambiente.

In tutto il mondo grandi città con i loro monumenti, piccoli comuni, aziende e singoli cittadini nelle loro case spengono le luci per chiedere ai grandi della Terra di agire contro i cambiamenti climatici. Un gesto semplice, 60 minuti al buio per accendere un messaggio che risuonerà in ogni angolo del Pianeta. Spegni la luce anche tu per chiedere ai grandi della Terra di agire contro i cambiamenti climatici. Spegnere le luci per un’ora è già un ottimo inizio. Tuttavia, ci sono molte altre cose che puoi fare per rendere Earth Hour 2009 un grande successo:

> Spegni anche gli stand by degli apparecchi elettronici
> Scegli le lampadine a basso consumo
> Diminuisci le tue emissioni programmando il riscaldamento a 18-20 °C
> Regola il termostato del frigorifero a temperature non inferiori a 6°C e il congelatore a – 18°C
> Per i tuoi spostamenti usa preferibilmente i mezzi pubblici

Il giro del mondo dell’Ora della Terra attraverserà 25 fasce orarie, dalle coste del Pacifico ai paesi delle coste atlantiche, mirando a coinvolgere un miliardo di persone con il click di un interruttore per una grande ola mondiale di buio. Tutto inizierà alle 7.45, ora italiana, di sabato 28: dall’altro capo del mondo le prime a spegnersi (alle 20,30 locali) saranno le Chatham Islands, un piccolo arcipelago al largo delle coste neozelandesi, il luogo più lontano dall’Italia poiché distano circa 19.250 chilometri dal centro di Roma. Dalla Nuova Zelanda in poi sarà un susseguirsi di spegnimenti spettacolari con Sydney, Pechino, Tokyo, Bangkok, Nuova Delhi, Mumbai, passando per Roma, Parigi, Atene, Madrid, Budapest, Copenaghen e finire a ovest con Rio de Janeiro, New York, San Francisco. Chiuderà la maratona Las Vegas .Per citarne solo alcune.

Alle 20.30 di sabato 28 sarà la volta dell’Italia, in coincidenza con le principali capitali europee come Parigi, Copenhagen. Londra si spegnerà 1 ora dopo, alle 21.30 (ora italiana). L’evento prevede davanti al Colosseo la presenza di Francesco Totti: insieme al WWF il Capitano della Roma spegnerà simbolicamente il simbolo della sua città. Allestimenti anche sul canal Grande, di fronte al Ponte di Rialto e di fronte alla Cupola di San Pietro.

earth-hour-logo

L’ORA DELLA TERRA NEL MONDO

Sydney Earth Hour

Hong Kong Earth Hour

Luzhniki Stadium Moscow Earth Hour

Madagascar Earth Hour

Il Comune di Grado partecipa a L’ora della Terra, movimento globale per la sostenibilità ambientale.
Il 27 marzo è la giornata ufficiale di L’ora della Terra, evento globale giunto alla 4° edizione promosso dal WWF nel corso del quale in tutto il pianeta per un’ora, dalle ore 20.30 alle ore 21.30, si spegneranno le luci in palazzi, negozi, appartamenti, scuole, monumenti e singole case. Quest’anno partecipa all’evento anche il Comune di Grado spegnendo per un’ora l’illuminazione pubblica dei resti archeologici ubicati nella piazza antistante il Palazzo Municipale (Piazza Biagio Marin).

Lista delle città e dei monumenti che saranno spenti il 27 marzo dalla 20,30 alle 21,30 in Italia

Piemonte
Torino – Mole Antonelliana e Basilica di Superga
Vinchio – Palazzo comunale e chiesa parrocchiale in p.zza San Marco
Verbania

Liguria
Genova – L’Acquario
Calice al Cornoviglio
Ameglia
Pietra Ligure
Imperia – Palazzo storico comunale denominato “Cremilino” in P.zza Dante
Vezzano Ligure – Torre Pentagonale nel centro storico
La Spezia – Castello San Giorgio
Savona
Cogorno – Illuminazione pubblica Borgo dei Fieschi
Arenzano
Noli

Lombardia
Milano – Castello Sforzesco
Cardano al Campo
Vimercate – Palazzo Trotti, ponte di San Rocco e Villa Sottocasa
Usmate Velate – Piazza Borgia e P.zza Scaccabarozzi
Lodi
Trezzo sull’Adda – Castello Visconteo
Cernusco sul Naviglio
Montano Lucino – scuole comunali
Villa d’Alme’
Bellusco – Scuola dell’Infanzia “B.Munari” e Campanile
Busnago – Palazzo Comunale
Bergamo – Propilei di Porta Nuova
Bergamo – Amm. Provinciale e sede del Parco dei Colli Monastero di Valmarina
Lodi – Pastorali di P.zza della Vittoria
Vanzaghello
Desenzano del Garda
Ranica
Bellusco

Friuli Venezia Giulia
Udine
Lignano Sabbiadoro
Grado
Duino Aurisina – Biblioteca
Muggia – P.zza Caliterna
Trieste – Palazzo municipale monumentale in P.zza dell’Unità
San Dorligo della Valle/Dolina – Municipio e Teatro comunale
Sgonico/Zgonik
Monrupino
Muggia

Trentino Alto Adige
Trento – monumento a Cesare Battisti sul Doss Trento
Trodena
Trento Amm. Provinciale – Castello del Buonconsiglio, sede dell’Amm. provinciale

Emilia Romagna
Bologna
Sant’Arcangelo di Romagna – Arco di Papa Clemente XIV in P.zza Ganganelli
Guiglia

Veneto
Verona – Piazza Bra e Arena
Belluno – facciata di Palazzo Rosso sede del Municipo
Padova – Palazzo Moroni
Sandrigo

Toscana
Firenze – Palazzo Vecchio
Firenze – Grand Hotel e The Westin Excelsior
Pisa – Piazza dei Miracoli e Torre
Prato – Castello dell’Imperatore e Logge di piazza del Comune
Piombino – P.zza Gramsci
Radicondoli – Monumento ai Caduti e luci del Palazzo Comunale
San Vincenzo – illuminazione pubblica zona pedonale centrale
Monteriggioni – Cinta muraria Castello, P.zza della Pace e Castellina Scalo
Carmignano – luci della Pista Rossa a Seano
San Marcello Pistoiese – Palazzo Comunale
Cinigiano – Piazzale Capitano Bruchi
Pomarance – Rocca Sillana
Poggio a Caiano – Faro Scuderie Medicee in via L. Il Magnifico
Calenzano – Palazzo comunale
Vernio – facciata del palazzo comunale
Casole d’Els – Rocca sede municipio, giardini scuola elementare, scuola materna,monumento di
Pievescola “Il Fungo Innamorato”
Arezzo – Monumento a Guido Monaco
Castiglion Fiorentino – Torre del Cassero
Incisa in Val d’Arno

Marche
Pesaro
Monterado
Civitanova Marche – Palazzo Sforza e P.zza XX Settembre
Treia
Castelfidardo
S.Lorenzo in Campo
S. Giorgio di Pesaro – Museo Storico Ambientale
Senigallia – Palazzo comunale
Urbino – Fortezza Albornoz
San Benedetto del Tronto – Torrione
Monsano – Centro Storico
San Lorenzo in Campo – Tutta l’illuminazione pubblica
Porto Recanati
Monterado

Lazio
Roma – Fontana di Trevi

Abruzzo
Ari – Monumento “Fontana della Vita” in p.zza Bucciante con esibizione di piccola orchestra
Atri – Piazza Duchi di Acquaviva
San Valentino – Fontana Giulia
Teramo – Municipio
Francavilla – Museo Michetti e Pontile a mare
Ortona – Castello Aragonese
Lanciano – P.zza del Plebiscito con Cattedrale, Torre Civica/Municipio
Vasto – Castello Caldoresco
Roseto degli Abruzzi – P.zza della Repubblica
Pineto – Palazzo storico “Villa Filiani”
Canistro – Palazzo comunale
Montesilvano – illuminazione pubblica di P.zza Lucio Battisti
Città Sant’Angelo – Campanile della Collegiata
San Salvo – Fontana Villa Comunale e Monumento all’Emigrante
Fossacesia – Abbazia S.Giovanni in Venere
Anversa degli Abruzzi – Borgo di Castrovalva (frazione di Anversa)
Chieti – Teatro Marrucino
Pescara – Torre Civica e Ponte del Mare
Giulianova – P.zza della Liberta’
Loreto Aprutino – Palazzo comunale
Popoli – Piazza della Libertà
Montesilvano

Campania
Lusciano – Monumento ai caduti e monumento Antico Sacro Legno della Croce – via Costanzo
Mercato S.Severino – Castello San Severino
Agropoli
S.Leucio del Sannio
Piano di Sorrento
Castelnuovo Cilento
Paternopoli
Piano di Sorrento
Provincia di Salerno, Palazzo Sant’Agostino
Fisciano
Polla
Castellabate
Sarno
Auletta
Giffoni Sei Casali
Conca dei marini
Castelnuovo di Conza
S.Pietro al Tanagro

Basilicata
Roccanova – Meridiana del 1882 in P.zza del Popolo
Potenza
Vigliano – Illuminazione pubblica di Viale Rinascita

Parco Nazionale Appennino Lucano – Sede del Parco ex convento benedettine a Marsico Nuovo
Paterno di Lucania

Calabria
Gagliato

Sicilia
Palermo – Palazzo comunale e Fontana Pretoria in p.zza Pretoria
Capaci – Piazza Zima
Mazara del Vallo – Arco Normanno in P.zza Makarta e Satiro Danzante nell’omonimo Museo
Giarre e Riposto – Piazza Duomo (Giarre) – Corso Italia (che unisce i due paesi) – Piazza S.Pietro (Riposto)
Castelbuono (PA) – Castello dei Ventimiglia
Amm. Provinciale di Palermo – Palazzo Comitini
Agrigento – Parco Archeologico

Sardegna
La Maddalena – Palazzo Comunale e Fontana del Lungomare
Cagliari – Torre di San Pancrazio

Puglia

Lecce – P.zza Sant’Oronzo
Vernole – Piazza Vittorio Veneto e municipio
Conversano – Castello

Foggia – Piazza del Lago
Costernino – Pineta Giovanni Paolo II°
Monopoli
Lucera

Umbria

Panicale – Palazzo del Podesta’ del 1300, Facciata chiesa San Sebastiano, Santuario Madonna di
Mongiovino
Gubbio
Spoleto

Molise
San Martino in Pensilis
Macchia d’Isernia

Lascia un commento

718