Bearzi

Malignani Udine: Museo dell’Elettronica e dell’Informatica

PENTAX Image

Dal 15 gennaio al 15 febbraio si aprono le iscrizioni per il nuovo anno scolastico. Per iscriversi basta un click ma, per scegliere, un’opportunità è partecipare a Scuole Aperte. Sabato 17 gennaio dalle 15.00-18.00 le porte della sede dell’I.S.I.S. Malignani di Udine si aprono per illustrare alle famiglie i percorsi di studio proposti. L’evento si ripeterà la prossima settimana, sabato 22 gennaio dalle 15.00-18.00, nella sede di San Giovanni al Natisone, via Antica 16.

Nell’aula magna della sede di Udine il dirigente scolastico professor Andrea Carletti presenterà l’Istituto e farà un approfondimento sul delicato passaggio dalle scuole medie alle superiori poi, nell’atrio, dove sventolano le bandiere di tutti gli stati con cui il Malignani ha attivato i suoi progetti, saranno gli stessi docenti e studenti a spiegare gli ordinamenti scolastici: il Liceo Scientifico di Scienze Applicate, l’Istituto Professionale, l’Istituto Tecnico con le sue diverse sezioni. Illustreranno gli indirizzi di studio della sede di Udine: chimica, materiali e biotecnologie; costruzioni, ambiente e territorio; elettronica ed elettrotecnica, automazione; informatica e telecomunicazioni; meccanica, meccatronica, energia; trasporti e logistica, opzione costruzioni aeronautiche; e gli indirizzi di studio della sede di San Giovanni al Natisone: meccanica, meccatronica, energia, opzione tecnologie del legno e l’Istituto Professionale, settore industriale e artigianale.
Modalità di iscrizione, codici meccanografici, servizio di supporto alle iscrizioni e criteri di accoglimento si possono trovare nel sito www.malignani.it.

Scuola aperta, dunque, per parlare con i protagonisti di questa comunità d’eccellenza.

APRE IL MALIGNANI MUSEUM
DELL’ELETTRONICA E DELL’INFORMATICA

Contestualmente a Scuole Aperte un altro evento coronerà le aspettative lungamente attese di uno spazio istituzionale per accogliere il Museo dell’Elettronica e dell’Informatica. Il sindaco di Udine, prof. Furio Honsell, è stato invitato a tagliare il nastro.

Il ricco archivio storico del Malignani, già parzialmente in mostra per quanto riguarda il settore aeronautico, vede in questa iniziativa un’ulteriore occasione per legare il proprio nome alla cultura del progetto e offrire agli studenti testimonianza tangibile di un passato che porta a un presente in continua evoluzione.

La nuova realtà didattico/storica sull’evoluzione degli strumenti di calcolo è stata possibile grazie al coordinamento del prof. Massimo Lillia e alla disponibilità di Claudio Di Fonzo e del gruppo HCKLUG Historische Computer Kermesse Linux User Group, le cui collezioni private sono stata messe a disposizione del museo. In mostra anche alcuni pezzi di proprietà dell’archivio dell’Istituto, tra cui un esploso dell’anatomia del Commodore 64 e alcune chicche per esperti: Magnavox Osyssey, prima console per videogiochi al mondo; Minivac 601 Digital Computer Kit, creato da Claude Shannon nel 1961 come kit didattico per i circuiti digitali; Imsai 8080, il microcomputer commercializzato da IMS Associates dal 1975 al 1978 e, simile al MITS Altair 8800, è considerato il primo computer clone; Apple Lisa, progettato agli inizi degli anni ottanta.

facebook
872