Aperitivo a Grado

Maltempo: danni pesanti in Friuli – Foto

facebook

IMG_1739Violente tempeste di vento si abbattute in serata in una vasta zona del Friuli, dalle colline alla bassa pianura, al confine con il Veneto. Il vento ha scoperchiato decine di capannoni industriali e ha causato la caduta di rami e tronchi di alberi in piu’ di una ventina di comuni, dove si segnalano disagi alla circolazione. Decine di squadre dei Vigili del fuoco e circa 200 volontari della Protezione Civile Regionale sono al lavoro per fronteggiare oltre 200 segnalazioni di danni. I comuni piu’ colpiti sono Pavia di Udine (le foto si riferiscono al paese di Lauzacco dove è stata scoperchiata anche la nuova palestra comunale) , Santa Maria La Longa, Gonars, Corno di Rosazzo, San Giovanni al Natisone, Chiopris, Manzano, Pasian di Prato, Palmanova, Muzzana, Castions di Strada, Azzano decimo, Codroipo, Polcenigo, Rivignano, Forgaria e Lestizza.

Le tempeste di vento che si sono abbattute in serata in Friuli ”hanno causato danni significativi” a strade, capannoni e ad alcune abitazioni: lo ha riferito l’assessore regionale alla Protezione Civile, Riccardo Riccardi, che sta facendo sopralluoghi e verifiche nelle zone attraversate dal maltempo. L’area piu’ colpita – ha riferito Riccardi, interpellato dall’ANSA – appare al momento quella fra Pavia di Udine e Santa Maria La Longa (Udine), dove e’ stata chiusa al traffico la strada regionale 352 Udine-Palmanova a causa di alberi che, divelti dal vento, hanno ostruito la carreggiata. Decine di squadre di operai e tecnici di FvgStrade e circa 200 volontari delle squadre comunali della Protezione Civile regionale, insieme ai Vigili del Fuoco di Udine e Gorizia, stanno lavorando per liberare le strade da rami e tronchi di alberI spezzati dal vento e per ripristinare la viabilita’, anche se – ha sottolineato Riccardi – la situazione appare piuttosto complessa. In alcuni punti – ha riferito Riccardi – la caduta degli alberi ha danneggiato anche il manto stradale. Segnalazione di danni ad abitazioni e capannoni artigianali e industriali, scoperchiati dalle violente raffiche di vento, arrivano da molti comuni, sia della bassa pianura, sia dell’area collinare. La verifica dei danni proseguira’ domani mattina.

IMG_1738IMG_1761IMG_1743IMG_1746IMG_1762IMG_1765IMG_1767

744