Bearzi

Maltempo: fiumi ingrossati, casse aperte, paura a Cervignano

ausa nella foto il fiume Ausa ieri notte – foto di Paolo soliani – Dal primo pomeriggio del 30 gennaio 2014 la regione è stata interessata da precipitazioni molto intense in pianura, soprattutto nevose sulle alpi e prealpi. Nel corso della notte si è registrato una riduzione dell’intensità delle precipitazioni soprattutto dopo le ore 01.00

Piogge Cumulate (in mm):
Ultima ora
12 Tramonti di Sotto
11 Maniago
11 Sauris

Ultime 6 ore
67 Tramonti di Sotto
64 Maniago
59 Vito D’Asio

Ultime 12 ore
112 Taipana
110 Tramonti di Sotto
93 Vito D’Asio

Ultime 24 ore
215 Tramonti di Sotto
193 Taipana
179 Maniago

Ultime 48 ore
346 Tramonti di Sotto
286 Andreis
285 Aviano
Neve Caduta (in cm):
Ultime 6 ore
Forni di Sotto (Malga Chiampiuz) 11 cm
Sella Nevea (Livinal Lunc) 8 cm
Sutrio (Rif. Tamai) 5 cm

Ultime 12 ore
Forni di Sotto (Malga Chiampiuz) 21 cm
Sutrio (Rif. Tamai) 17 cm
Sella Nevea (Livinal Lunc) 8 cm

Ultime 24 ore
Sella Nevea (Livinal Lunc) 72 cm
Sutrio (Rif. Tamai) 41 cm
Forni di Sotto (Malga Chiampiuz) 38 cm

Situazione dalla serata di ieri venerdì 31 Gennaio:
– Dopo gli allagamenti registrati nel pomeriggio di ieri venerdì 31/1 nei comuni di Ruda, Pavia di Udine, Pradamano, Trivignano Udinese, Tricesimo, Rive D’Arcano, Fagagna, Aiello del Friuli, Villa Vicentina, Ronchi dei Legionari, San Vito Al Torre, Bagnaria Arsa, Santa Maria la Longa, ulteriori abbondanti precipitazioni sono state registrate in serata con segnalazioni di allagamenti ai piani bassi di abitazioni nei comuni di: Codroipo, Cervignano del Friuli, Palazzolo dello Stella e San Vito al Tagliamento. Dopo la mezzanotte nuove precipitazioni sono state registrate nella pianura e pedemontana pordenonese. Sono rimasti operativi
durante tutta la notte una trentina di volontari impegnati per allagamenti ad abitazioni.
– Le piogge in pianura hanno determinato l’ingrossamento di tutti i corsi d’acqua minori, piene significative dei fiumi Ausa e Stella e dei torrenti Corno di San Daniele, Corno di Cividale e Cormor. La piena del Cormor, che ha raggiunto i livelli massimi a Basaldella fra le 13.00 e le 19.00 con un livello di metri 2,70, è stata laminata mediante l’attivazione delle casse di laminazione di S.Andrat per la difesa dei centri abitati posti più a valle, nei comuni di Carlino

facebook
752