SITUAZIONE
Nel corso della notte celle temporalesche hanno seguitato a formarsi e ad arrivare sulla regione con rovesci di pioggia intensi (fino a 50 mm in un’ora specie nel Pordenonese) e con molti fulmini. Intorno alle ore 2 è entrato vento da nord a 70 km orari in pianura, 80 su Lignano e per le 3:30 è entrata Bora (raffiche alle 5 a 90 km orari su Trieste), con ritardo di un paio di ore rispetto a quanto prospettato dai principali modelli di simulazione.
Successivamente i rovesci hanno assunto carattere di minore intensità in pianura mentre una linea temporalesca si è sviluppata tra il mare aperto e il Monfalconese.

EVOLUZIONE
Nelle prossime 6 ore piogge insisteranno specie verso la costa ma con intensità orarie inferiori. I rovesci di maggiore entità riguarderanno comunque bassa pianura e costa. La Bora soffierà sostenuta o forte mentre il vento in pianura tenderà ad attenuarsi.

EFFETTI AL SUOLO
I temporali del pomeriggio di ieri hanno causato uno smottamento nel comune di Taipana lungo la viabilità che collega le località di Prosenicco e Platischis.
Nella notte il fronte temporalesco che ha interessato la pedemontana pordenonese ha causato estesi allagamenti in comune di Caneva dove ha esondato il torrente Grava allagando l’intera frazione di Fratta e numerose vie comunali.
Cadute di alberi si sono verificate a Palazzolo dello Stella, Polcenigo e Osoppo.
In seguito a cadute di alberi si segnala mancanza di energia elettrica nei comuni di Attimis e Nimis, ENEL sta provvedendo al ripristino.

In questa fase si sono attivate sul territorio 20 squadre comunali e più di 70 volontari.
Per fronteggiare la situazione di crisi in comune di Caneva la Sala Operativa Regionale ha attivato i volontari dei comuni limitrofi mentre sul posto stanno già operando i funzionari della Protezione civile regionale.

2.021