Manu Chao ambasciatore del No Borders Music Festival

“Mi piace molto vivere in Friuli. Viva tu, viva tu Tarvisio. Grazie sempre Tarvisio” con queste parole Manu Chao, saluta con grande gioia ed enorme affetto il pubblico che ha raggiunto i Laghi di Fusine, per l’atteso ritorno del cantastorie cittadino del mondo, diventato un vero e proprio ambasciatore nel mondo del No Borders Music Festival, la straordinaria e storica rassegna senza confini del quale condivide e promuove i medesimi valori e obiettivi, culturali e ambientali.

Per questa attesissima occasione Manu Chao è salito sul palco in trio, accompagnato sempre dall’inseparabile percussionista uruguaiano Mauro Mancebo, e dal chitarrista argentino Luciano Falico. La scaletta ha passato in rassegna tutti i brani più famosi e coinvolgenti del suo repertorio come “Malavita”, “King of the bongo” e gli altri di “Clandestino” (album che segnò un’epoca) raggiungendo l’apice durante l’esecuzione di “La Vida Tombola” dedicata al campione del calcio Maradona, recentemente scomparso.

Il distanziamento previsto dalle nuove normative non ha impedito al pubblico un coinvolgimento davvero massimo: Manu Chao è riuscito a trascinare tutti in versione acustica per oltre due ore di concerto, con le sue canzoni cantate a squarciagola da inizio a fine concerto, a dimostrazione di come la musica di un grande artista come lui possa superare qualsiasi tipo di confine o barriera, esso sia geografico, linguistico o sociale.

Il No Borders Music Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Fondazione Friuli, Crédit Agricole Friuladria, BIM, Comune di Tarvisio, Allianz Assicurazioni, il Comune di Chiusaforte, Idroelettrica Valcanale, Birra Nastro Azzurro, ProntoAuto e Mastertent. Media partner Radio Deejay e Sky Arte. Tutte le info sul sito www.nobordersmusicfestival.com

645