Bearzi

Marcia della pace a Udine: 2500 studenti per dire ”no” alla violenza

crelp pace 26-maggio-per-udine

Venerdì 26 maggio 2017, a pochi giorni dalla barbara strage di ragazzi e ragazze di Manchester, 2500 giovani saranno in marcia contro la violenza a Udine, in occasione del Meeting regionale delle scuole per la pace: sarà un’originale ”marcia contro la violenza e l’indifferenza” che attraverserà le vie del centro di Udine, con partenza alle 10.30 da Piazza Duomo, e si concluderà con un’Assemblea pubblica in piazza della Libertà.

Nel pomeriggio, a partire dalle 14.00, in diversi luoghi della città si svolgeranno cinque laboratori che consentiranno ai ragazzi di riflettere sui grandi problemi dei nostri giorni e condividere i lavori realizzati nel corso dell’anno.

«La giornata di domani si inserisce in un percorso con le scuole di tutta la regione – spiega il presidente del Coordinamento FVG Enti Locali per la pace e i diritti umani Federico Pirone – che di anno in anno è sempre cresciuto diventando un’esperienza esemplare, perché dimostra la capacità dei ragazzi e delle ragazze della nostra regione di superare i sentimenti solo negativi, guardando con occhio critico ma costruttivo quello che sta accadendo». La manifestazione era ovviamente già programmata prima della tragedia di Manchester, ma ora assume nuovo significato. «Esprime il concetto fondamentale del rifiuto della paura – continua ancora Pirone – e Udine è una città che crede fortemente in questo. Il nostro grazie va quindi alla città, e anche agli altri Comuni, per un lavoro significativo che, partito dal basso,è diventato un contributo importante a livello nazionale».

Uno dei risultati di questo percorso, che ha visto la collaborazione di diversi soggetti fra i quali la Regione, l’Ufficio scolastico regionale (Usr), il Crelp del Friuli Venezia Giulia e la Rete nazionale delle scuole per la pace e i diritti umani, sono state infatti le Linee Guida per l’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale, che sono state già donate a Papa Francesco e al Ministro dell’Istruzione , nonché, nel corso della presentazione dell’evento, alla presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani, e a Loredana Panariti, assessore all’Istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia,

Al Meeting interverranno tra gli altri Furio Honsell, Sindaco di Udine, Federico Pirone, Presidente del Coordinamento FVG Enti Locali per la pace e i diritti umani, Loredana Panariti, Assessore all’istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia, Jean Fabre, esperto dell’Onu, Francesco Laera, della Commissione Europea, don Pierluigi di Piazza, Centro Balducci Zugliano (UD), Flavio Lotti, Coordinatore del Meeting di Pace, Aluisi Tosolini, Coordinatore della Rete Nazionale delle Scuole di Pace, Guido Barbera, Presidente CIPSI, Emanuele Giordana, giornalista, Erica Boschiero, cantautrice, Alida Misso, Direttore Titolare USR FVG, Flavia Virgilio, Referente Cittadinanza e Legalità USR FVG e Cecilia Di Leo, docente.

Il Meeting giunge a conclusione di un altro anno scolastico in cui molti insegnanti e dirigenti scolastici del Friuli Venezia Giulia, inseriti nel programma ”Dalla Grande Guerra alla Grande Pace” 2014-2018, si sono impegnati per educare i ragazzi alla pace e alla cittadinanza responsabile. E’ organizzato dall’Assessorato all’Istruzione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia, Coordinamento Nazionale e regionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani, Rete Nazionale delle scuole di pace, Tavola della pace e Comune di Udine.

Programma del Meeting:

Ore 10.00 Accoglienza dei partecipanti a Udine in Piazza Duomo

Ore 10.30 Partenza della Marcia per la pace ”Non arrendiamoci alla violenza”

Ore 11.30 – 13.00 Assemblea plenaria in Piazza della Libertà

Ore 13.00 – 14.00 Pausa pranzo

Ore 14.00 – 16.00 Laboratori di pace: ”Nessuna mano è troppo piccola per lasciare un’impronta di pace” (Sala Ajace Palazzo Comunale, Piazza Libertà), ”La pace è artigianale” (Salone del Popolo, Palazzo Comunale, Piazza Libertà), ” Coraggio, ora tocca a noi ragazzi!”’ (Centro Culturale “Paolino D’Aquileia”, Via Treppo n. 5b), ”Smettiamo di fare la guerra” (Auditorium Centro Culturale delle Grazie, Via Pracchiuso n. 21), ” Cittadini responsabili di pace” (Aula Magna Istituto “Caterina Percoto”, Via Leicht n. 4).

#eventi

 

crelp pace 26-maggio-per-udine

Venerdì 26 maggio 2017, a pochi giorni dalla barbara strage di ragazzi e ragazze di Manchester, 2500 giovani saranno in marcia contro la violenza a Udine, in occasione del Meeting regionale delle scuole per la pace: sarà un’originale ”marcia contro la violenza e l’indifferenza” che attraverserà le vie del centro di Udine, con partenza alle 10.30 da Piazza Duomo, e si concluderà con un’Assemblea pubblica in piazza della Libertà.

Nel pomeriggio, a partire dalle 14.00, in diversi luoghi della città si svolgeranno cinque laboratori che consentiranno ai ragazzi di riflettere sui grandi problemi dei nostri giorni e condividere i lavori realizzati nel corso dell’anno.

«La giornata di domani si inserisce in un percorso con le scuole di tutta la regione – spiega il presidente del Coordinamento FVG Enti Locali per la pace e i diritti umani Federico Pirone – che di anno in anno è sempre cresciuto diventando un’esperienza esemplare, perché dimostra la capacità dei ragazzi e delle ragazze della nostra regione di superare i sentimenti solo negativi, guardando con occhio critico ma costruttivo quello che sta accadendo». La manifestazione era ovviamente già programmata prima della tragedia di Manchester, ma ora assume nuovo significato. «Esprime il concetto fondamentale del rifiuto della paura – continua ancora Pirone – e Udine è una città che crede fortemente in questo. Il nostro grazie va quindi alla città, e anche agli altri Comuni, per un lavoro significativo che, partito dal basso,è diventato un contributo importante a livello nazionale».

Uno dei risultati di questo percorso, che ha visto la collaborazione di diversi soggetti fra i quali la Regione, l’Ufficio scolastico regionale (Usr), il Crelp del Friuli Venezia Giulia e la Rete nazionale delle scuole per la pace e i diritti umani, sono state infatti le Linee Guida per l’educazione alla pace e alla cittadinanza glocale, che sono state già donate a Papa Francesco e al Ministro dell’Istruzione , nonché, nel corso della presentazione dell’evento, alla presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani, e a Loredana Panariti, assessore all’Istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia,

Al Meeting interverranno tra gli altri Furio Honsell, Sindaco di Udine, Federico Pirone, Presidente del Coordinamento FVG Enti Locali per la pace e i diritti umani, Loredana Panariti, Assessore all’istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia, Jean Fabre, esperto dell’Onu, Francesco Laera, della Commissione Europea, don Pierluigi di Piazza, Centro Balducci Zugliano (UD), Flavio Lotti, Coordinatore del Meeting di Pace, Aluisi Tosolini, Coordinatore della Rete Nazionale delle Scuole di Pace, Guido Barbera, Presidente CIPSI, Emanuele Giordana, giornalista, Erica Boschiero, cantautrice, Alida Misso, Direttore Titolare USR FVG, Flavia Virgilio, Referente Cittadinanza e Legalità USR FVG e Cecilia Di Leo, docente.

Il Meeting giunge a conclusione di un altro anno scolastico in cui molti insegnanti e dirigenti scolastici del Friuli Venezia Giulia, inseriti nel programma ”Dalla Grande Guerra alla Grande Pace” 2014-2018, si sono impegnati per educare i ragazzi alla pace e alla cittadinanza responsabile. E’ organizzato dall’Assessorato all’Istruzione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia, Coordinamento Nazionale e regionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani, Rete Nazionale delle scuole di pace, Tavola della pace e Comune di Udine.

Programma del Meeting:

Ore 10.00 Accoglienza dei partecipanti a Udine in Piazza Duomo

Ore 10.30 Partenza della Marcia per la pace ”Non arrendiamoci alla violenza”

Ore 11.30 – 13.00 Assemblea plenaria in Piazza della Libertà

Ore 13.00 – 14.00 Pausa pranzo

Ore 14.00 – 16.00 Laboratori di pace: ”Nessuna mano è troppo piccola per lasciare un’impronta di pace” (Sala Ajace Palazzo Comunale, Piazza Libertà), ”La pace è artigianale” (Salone del Popolo, Palazzo Comunale, Piazza Libertà), ” Coraggio, ora tocca a noi ragazzi!”’ (Centro Culturale “Paolino D’Aquileia”, Via Treppo n. 5b), ”Smettiamo di fare la guerra” (Auditorium Centro Culturale delle Grazie, Via Pracchiuso n. 21), ” Cittadini responsabili di pace” (Aula Magna Istituto “Caterina Percoto”, Via Leicht n. 4).

#eventi

 

Powered by WPeMatico

facebook
645