Marco Travaglio a Udine “E’ stato la mafia”. 13 aprile 2014

image001
Partirà venerdì 17 gennaio da Torino la nuova avventura teatrale di MARCO TRAVAGLIO che, dopo i fortunati “Promemoria” e “Anestesia Totale”, ritorna con lo spettacolo dal titolo “E’ STATO LA MAFIA” che in questi mesi sta toccando e toccherà i teatri delle principali città italiane, tra cui Udine e il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, domenica 13 aprile 2014, per un’unica data in Friuli Venezia Giulia. Notizia fresca è la partecipazione nello spettacolo dell’attrice Valentina Lodovini, che accompagnerà il giornalista e scrittore sul palco leggendo brani di grandi politici e intellettuali sulla buona politica, quella che rifiuta ogni trattativa e compromesso con la malavita e il malaffare. Il tutto sarà inoltre impreziosito dalle musiche di Valentino Corvino, eseguite dal vivo per l’occasione. I biglietti per l’evento, organizzato dal Teatro stesso e Azalea Promotion, in collaborazione con il Comune di Udine, sono in vendita nei circuiti Azalea Promotion, Ticketone.it e direttamente alla biglietteria del Teatro udinese.
In questo spettacolo Marco Travaglio racconta la storia della trattativa fra Stato e Mafia, avviata dallo Stato nel 1992 e proseguita fino a oggi. Una storia di patti inconfessabili, di segreti e ricatti che hanno dato vita alla Seconda Repubblica e continuano a inquinare la presunta Terza, nata con le elezioni politiche del 2013. Com’è suo costume e con la sua impeccabile dialettica, il giornalista narra fatti drammatici in forma tragicomica, sottolineando gli aspetti grotteschi e ridicoli delle campagne di stampa negazioniste e giustificazioniste scatenate da giornali e tv, soprattutto dopo l’intercettazione di telefonate fra l’ex ministro Mancino, il presidente Napolitano e il suo consigliere giuridico che subito si attivò per devitalizzare e aggiustare le indagini della Procura di Palermo. Le telefonate depositate dai magistrati e dunque pubbliche, anche se subito censurate dai grandi media, verranno lette e spiegate sul palco.

Marco Travaglio è vice direttore e cofondatore de Il Fatto Quotidiano, collaboratore fisso di Annozero. Ha scritto diversi libri tra cui “Mani Sporche” (con Barbacetto e Gomez), “Se li Conosci li Eviti” (con Gomez), “Italia Annozero” (con Vauro e B. Borromeo), “Bavaglio e Papi” (con Gomez e Lillo), “L’odore dei Soldi” (con E. Veltri), “Ad Personam” e “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo”. Nel 2007, su invito di Promo Music, ha deciso di portare in scena lo spettacolo “Promemoria, 15 anni di storia d’Italia ai confini della realtà” dove ripercorre le vicende della seconda repubblica da Mani Pulite ad oggi.
Valentina Lodovini, attrice classe 1978, ha origini umbre ma è toscana d’adozione. Dopo varie esperienze teatrali approda in televisione, recitando in fiction e serie di successo come “Distretto di Polizia”, “48 Ore” e “Incantesimo 7”. Nel 2004 esordisce al cinema nel film “Ovunque sei”, per la regia di Michele Placido, presentato al Festival del cinema di Venezia. L’anno dopo viene scelta da Paolo Sorrentino e interpreta il ruolo di una ragazza vittima di usura nel film “L’amico di famiglia”. Nell’ottobre del 2008 appare su Rai 1 nella miniserie televisiva di successo “Coco Chanel”, per la quale si aggiudica il Premio Biraghi nel 2008. Con il film “Benvenuti al Sud”, Valentina vince il David di Donatello come migliore attrice non protagonista.

facebook
574