Webcam

Martedì 24 limitazioni al traffico – Udine

taghe.jpgLo stop alla circolazione interesserà tutti i veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 e tutti i veicoli diesel privi di filtro antiparticolato o con cilindrata uguale o superiore a 2.400 cc. Il blocco è esteso anche a ciclomotori e motocicli Euro 0 ed Euro 1lo stop alla circolazione interesserà tutti i veicoli Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 e tutti i veicoli con cilindrata uguale o superiore a 2.400 cc e tutti i diesel privi di filtro antiparticolato.Il blocco è esteso anche a ciclomotori e motocicli Euro 0 ed Euro 1. Queste misure, che saranno in vigore esclusivamente dalle ore 9 alle 18, saranno applicate inizialmente solo all’interno dei viali della circonvallazione, mentre saranno allargate a tutto il territorio comunale se il superamento dei limiti si protrarrà oltre i sei giorni (lo stop scatterebbe quindi venerdì 27 febbraio).

Da domani,, martedì 24 i veicoli non in regola si fermeranno all’interno della circonvallazione cittadina, ovvero nelle vie e piazze: Osoppo, Vittoria (da p.le Osoppo a via Diaz), Diaz, Oberdan, Trieste, XXIII marzo, D’Annunzio, Leopardi, della Repubblica, Ciconi, Cadorna, Tullio, Cella, Marangoni, della Cisterna (da via Marangoni a via Andreuzzi), Andreuzzi, Sella (da via Andreuzzi a via Marangoni), Volpe, Micesio, Diacono e di Toppo.

 

Sentiti i pareri dell’Osservatorio Meteorologico Regionale e l’Arpa Fvg, l’amministrazione comunale fa parire da domani i nuovi divieti, che non si baseranno più sul sistema delle targhe alterne. “L’idea di distinguere tra targhe pari e dispari – spiega il sindaco Furio Honsell – non risponde a nessuna logica e soprattutto non rappresenta una vera soluzione al problema. Al contrario – continua –  limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti trova riscontro in un metodo che negli anni Novanta, attraverso l’introduzione della benzina verde e delle marmitte catalitiche, è riuscito a debellare le città dal problema benzene”.

Questi provvedimenti straordinari non vengono applicati né ai mezzi adibiti al trasporto pubblico (bus-taxi-autonoleggio con conducente) né ai veicoli a trazione elettrica o alimentati a idrogeno, a metano o a GPL. Inoltre, nei giorni in cui sono previsti provvedimenti di sospensione del traffico, è prevista anche la limitazione dell’esercizio degli impianti di riscaldamento alimentati a gasolio ed olio combustibile. Le misure, dalle quali sono esclusi gli edifici adibiti a ospedali, ricoveri, case di cura e assimilati nonché le strutture adibite a scuole materne e asili nido, consistono nella riduzione di 4 ore di utilizzo giornaliero (da 14 ore d’esercizio corrente a 10 ore di esercizio limitato) e comunque nel contenimento della temperatura interna degli edifici fino al massimo di 19°C (da 20°C).

facebook

Lascia un commento

854