PopSockets

Maturità 2014: Hacker di Udine accede al sistema Invalsi

invalsi
L’assalto al sito portava una firma, “Ulixes”, apposta alla immagine pornografica. Gli investigatori sono arrivati al “condottiero” e insieme a lui agli altri due soggetti coinvolti grazie alle analisi tecniche che hanno permesso di isolare gli indirizzi IP. Sono state avviate anche perquisizioni nelle province di Udine, Genova e Treviso dove risultano residenti i tre hacker. Nel corso dell’attività sono stati sequestrati numerosi computer e altri dispositivi. L’operazione, condotta dal centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche, ha permesso così il regolare svolgimento delle prove d’esame

Tre giovani hacker si sono introdotti nel sito web dell’Invalsi e hanno prima sostituito la home page con una immagine pornografica e poi hanno tentato di acquisire i test preparati per l’esame odierno di terza media. Oggi la Polizia postale, allertata dell’intrusione, ha individuato i tre responsabili, due dei quali minorenni e li ha denunciati. I perquisiti, di cui due minorenni, residenti nelle provincie di Udine, Genova e Treviso sono risultati essere esperti e abili hacker. Uno in particolare, “ULIXES”, ha rivendicato fin da subito la paternità dell’attacco apponendo la sua particolare firma sull’immagine sostituita. Gli investigatori, già sulle tracce del “condottiero”, hanno circoscritto le indagini attraverso accurate analisi tecniche che hanno consentito di individuare non solo “ULIXES” ma anche gli altri soggetti. Nel corso delle attività di polizia sono stati sequestrati numerosi computer e altri dispositivi utilizzati per portare a compimento gli illeciti sopra elencati. Alle attività hanno preso parte anche i Compartimenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Genova e Trieste con il coinvolgimento delle Sezioni di Treviso e Udine.

facebook
561