Max Pezzali
Il secondo tempo di MAX PEZZALI si è giocato ieri sera al Palasport Forum di Pordenone, dove è andata in scena l’unica tappa regionale del nuovo entusiasmante “Terraferma Tour Live 2011”, partito il 30 aprile dal Palalottomatica di Roma, che sta portando la verve adrenalinica e l’innata simpatia dell’artista pavese sui palchi dei principali palasport.
“Terraferma” è composto da 11 tracce tutte scritte e composte da PEZZALI con il suo singolare modo di cantare la realtà che lo circonda, in modo onesto ma non senza ottimismo ed ironia. È un disco che tra pop, rock e cantautorato, mescola la quotidianità con una rinata voglia di divertimento.

FOTO: Giandomenico Ricci
















































Con un totale di più di 6 milioni di dischi venduti a partire dagli esordi con gli 883 nel 1992, MAX PEZZALI è uno degli artisti più conosciuti del panorama musicale italiano: la sua capacità di descrivere con la musica scene di vita vera ne ha fatto un artista sempre amato dai giovanissimi.

Queste le date del tour:
30 aprile Roma – Palalottomatica
3 maggio Mantova – Palabam
5 maggio Milano – Mediolanum Forum
6 maggio Brescia – Pala Eib
7 maggio Firenze – Mandela Forum
10 maggio Pordenone – Palasport Forum
12 maggio Torino – PalaOlimpico
14 maggio Cuneo – Palasport
17 maggio Genova – 105 Stadium
21 maggio Padova – Gran Teatro Geox

BIOGRAFIA

Massimo Pezzali insieme all’amico Mauro Repetto dà vita al progetto “883?. La musica è la grande passione di entrambi.
Partecipano per gioco nel 1989 a “1,2,3 Jovanotti” con “Livin in the music” dove incontrano per la prima volta Claudio Cecchetto produttore del programma (e di Jovanotti)

Nel 1991 registrano una demo contenente il brano “Non me la menare”; il nastro viene lasciato nella portineria del noto talent-scout Claudio Cecchetto che, dopo aver ascoltato il pezzo, non tarda a contattare i due ragazzi. Non passa molto tempo e gli 883 esordiscono al Festival di Castrocaro con la canzone di quel nastro.

Nel 1992 vede la luce “Hanno ucciso l’uomo ragno”, il loro primo album prodotto da Claudio Cecchetto con Pier Paolo Peroni e Marco Guarnerio. Il successo è incredibile quanto inaspettato: il disco raggiunge in breve 600.000 copie e il primo posto nelle classifiche

Dopo aver vinto il concorso “Vota la voce” (referendum popolare di “Sorrisi e Canzoni”) come gruppo rivelazione dell’anno, il duo si rimette subito al lavoro per il secondo album. Esce “Nord Sud Ovest Est” (1993), un disco che supera il successo del precedente arrivando a 1.350.000 copie.
Di lì a poco, in coppia con Fiorello, Max Pezzali vince il “Festival Italiano”, su Canale5 con una nuova versione della famosissima “Come mai”.

Quando tutto sembra andare a gonfie vele arriva, come una doccia fredda, la rottura: Mauro Repetto decide di “cambiare”. Si trasferisce prima a Los Angeles e poi a Parigi.
Max Pezzali non rinuncia al progetto “883”. Nel 1995 partecipa al Festival di Sanremo come autore interprete con “Senza averti qui” e come autore di “Finalmente tu” per l’amico Fiorello.
Il brano di Sanremo anticipa il nuovo disco “La donna, il sogno & il grande incubo”, che ancora una volta guadagna la prima posizione della top-ten italiana
Sempre nel 1995 gli 883 vincono il Festivalbar e iniziano il loro primo tour. I nuovi 883 sono composti dal suo leader Max Pezzali e da una una band di ben nove elementi (inizialmente ai cori vi sono le sorelle Paola e Chiara)

La “Regola dell’amico” è il tormentone del 1997 che precede il disco “La dura legge del gol”: il brano viene premiato con il Telegatto come migliore canzone dell’estate.

Nel 1998 è la volta di “Jolly Blu”, un film autobiografico, e di “Stessa storia, stesso posto, stesso bar”, un libro scritto da Max Pezzali sul periodo precedente l’esperienza musicale.

Da Montecarlo nel 1999 arriva il prestigioso riconoscimento internazionale del “World Music Award” come “Best-selling italian artist/group” cui segue nel mese di ottobre dello stesso anno, il sesto album: “Grazie mille”.

Il 2000 vede gli 883 impegnati in giro per l’Europa con un tour che attraversa Austria, Germania e Svizzera, oltre che l’uscita di un greatest hits.

La popolarità è alle stelle: il 2001 è un altro anno magico. Da un sondaggio (Abacus) Max Pezzali e gli 883 risultano i cantanti “più conosciuti e seguiti” dai giovani italiani tra i 14 ed i 24 anni, più di Madonna, per fare un paragaone significativo. Nel mese di marzo gli 883 sono protagonisti di un tour trionfale con Eros Ramazzotti, per tutta la Germania. A giugno esce “Uno in più”: il disco entra direttamente alla posizione numero 1 dei più venduti in Italia. L’estate vede Max e la band protagonisti con “Bella vera” e “La lunga estate caldissima” (i due videoclip, girati a Los Angeles, sono opera dei Manetti Bros.).

Max Pezzali viene scelto dalla Disney per adattare e interpretare la colonna sonora del film di Natale (2002) “Treasure planet – Il pianeta del tesoro” (interpretato nella versione originale da John Rzeznik dei Goo Goo Dolls). La canzone “Ci sono anch’io” esce prima come singolo e poi nella raccolta delle canzoni d’amore “LoveLife”, di cui fa parte anche l’inedita “Quello che capita”.

Per gli 883 si chiude un capitolo: Max Pezzali decide di abbandonare il nome “883?. D’ora in avanti sarà semplicemente “Max Pezzali”.
Anticipato dal singolo “Lo strano percorso”, viene pubblicato il nuovo album di “Il mondo insieme a te” (2004). Tutte le canzoni sono state scritte da Max Pezzali, che “debutta” in copertina con il proprio nome, al posto del noto logo 883.

Nel 2007 esce il disco “Time Out” (con le 2 grandi hit “Torno Subito” e “Sei Fantastica”) con un grande tour dove viene registrato il primo album dal “vivo” di Max Pezzali: “Max Live! 2008. In questo album “live” anche 2 inediti: “Mezzo pieno mezzo vuoto” (nel video più di 30 band emergenti) e la dolcissima “Ritornerò”.

Max pezzali a febbraio 2011 torna sul palco della manifestazione canora più importante in Italia per l’edizione del Festival di Sanremo 2011 con “Il mio secondo tempo”. Il video è stato realizzato dai Manetti Bros con accurate “citazioni” della filmografia anni 70/80. Interpretato da Francesca Inaudi e Giampaolo Morelli (il famosissimo interprete dell’iispettore Coliandro) vede la partecipazione “speciale” delle mitiche Edwige Fenech e Gloria Guida.
Contemporaneamente esce l’album “Terraferma” (tra i più venduti del Festival di Sanremo) e parte il TERRAFERMA TOUR “LIVE 2011” che vede Max Pezzali esibirsi nei più grandi palazzetti d’Italia a partire dal 30 aprile (anche data di pubblicazione del nuovo singolo/video CREDI).

Lascia un commento

1.050