Bearzi

Mazzocato: incontro con i ragazzi. 9 Febbraio 2014

mazzocato
Domenica 9 febbraio, nel Seminario interdiocesano di Castellerio, secondo appuntamento dell’iniziativa proposta dall’Ufficio diocesano di pastorale giovanile per dare concretezza all’invito di Papa Francesco alla Gmg di Rio de Janeiro: «Cari giovani, dico a ciascuno di voi: “Metti fede” e la vita avrà un sapore nuovo, la vita avrà una bussola che indica la direzione».

“Bota Fè – Metti fede”, l’itinerario di spiritualità rivolto ai giovani dai 14 ai 20 anni, promosso dall’Ufficio diocesano di Pastorale giovanile, arriva alla sua seconda tappa. L’appuntamento è per domenica 9 febbraio e si terrà nel Seminario interdiocesano di Castellerio, dalle ore 16 alle 18.30. A presiedere l’incontro, e quindi a guidare i ragazzi nella riflessione, sarà l’Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato che offrirà una riflessione sul tema ‘Quando il seme cade nel terreno buono’, ispirato alla parabola del buon seminatore. Dopo questo primo momento di catechesi è previsto un tempo personale per raccogliersi in preghiera. A seguire si potrà scegliere se partecipare a uno dei gruppi di condivisione, accostarsi alla Confessione o richiedere un colloquio personale con sacerdoti, consacrate e seminaristi.

L’incontro è rivolto principalmente ai giovani tra i 14 e i 20 anni, ma ci sarà spazio anche per gli «over 20» con un gruppo dedicato proprio ai giovani adulti. Inoltre, per i tanti genitori e catechisti che accompagnano i ragazzi all’iniziativa, l’Ufficio diocesano di Pastorale Giovanile ha ideato per loro un gruppo ‘speciale’ in cui potranno discutere e confrontarsi.

Vale la pena ricordare che al primo appuntamento, svolto lo scorso 15 dicembre, hanno partecipato oltre 200 giovani provenienti da tutta la Diocesi: un’esperienza che è davvero piaciuta. Di tappa in tappa, dunque, anche i giovani della Diocesi udinese raccolgono e danno concretezza al messaggio di Papa Francesco che lo scorso 25 luglio, accogliendo i ragazzi della Gmg di Rio de Janeiro, aveva detto loro proprio «Bota Fè» e cioè «Metti fede». «Anche nella nostra vita, cari giovani – aveva sottolineato il Papa -: se vogliamo che essa abbia veramente senso e pienezza, come voi stessi desiderate e meritate, dico a ciascuno di voi: “Metti fede” e la vita avrà un sapore nuovo, la vita avrà una bussola che indica la direzione».

facebook
440