PopSockets

Meteo: in arrivo freddo dalla Scandinavia

meteo
Il sole e le temperature miti dei giorni scorsi sono un ricordo: l’inverno si riaffaccia con freddo e piogge, spinto da una corrente di aria fredda che soffia dalla Scandinavia. Il freddo potrebbe durare per tutta la prossima settimana, o forse anche per una decina di giorni, con le temperature massime che potrebbero ridursi di 10 gradi. Le temperature cominciano ad abbassarsi già da questo fine settimana e con il freddo torna la pioggia, che al Nord potrebbe anche diventare neve a bassa quota. “Inizia una nuova fase di maltempo, che si annuncia fin da ora con piogge sul versante tirrenico e nevicate su Alpi e Appennini”, spiega Massimiliano Pasqui, dell’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ibimet-Cnr). “Le correnti atlantiche con aria fredda – aggiunge – persisteranno per parecchi giorni, ponendo fine al dominio dell’anticiclone che nei giorni scorsi aveva portato temperatura miti e bel tempo”. Le masse d’aria fredda provenienti dalla Scandinavia stanno infatti spingendo più a Sud l’aria calda dell’anticiclone, prendendone il posto e occupando il Mediterraneo. A risentirne, prosegue l’esperto, saranno soprattutto le regioni settentrionali, dove il maltempo porterà neve anche a bassa quota, e le regioni centrali; gli effetti nel Sud saranno invece meno pronunciati. Sicuramente, aggiunge, “comincia una nuova fase tipicamente invernale, caratterizzata da aria fredda e giornate di maltempo alternate a giornate serene”. Il maltempo che caratterizza questo fine settimana, prosegue Pasqui, è solo un anticipo dei prossimi giorni: “la nuova situazione creata dai flussi d’aria fredda provenienti dal Nord – prosegue il meteorologo – continuerà a lungo: almeno per una settimana, ma è probabile che si protragga anche per una decina di giorni”. Il maltempo diffuso, legato alle masse d’aria fredda che provengono dalla Scandivavia, “farà scendere significativamente le temperature di circa dieci gradi, soprattutto nelle massime”, aggiunge. Nelle regioni settentrionali il freddo porterà neve anche a bassa quota, ma la caratteristica principale dei prossimi giorni non saranno le precipitazioni. Sole e pioggia potranno infatti alternarsi, ma a dominare sarà comunque il freddo: “una situazione – conclude l’esperto – in linea con quella attesa in febbraio”.

facebook

Lascia un commento

416