PopSockets

Meteo: Trieste, rive riaperte dopo i problemi per la bora. Farà più freddo, sabato deboli nevicate

sabato2 febbraio 2012 – Nel giorno della Madonna Candelora l’inverno sembra piombare nella sua fase più intensa. Da stasera a domenica infatti l’ondata di freddo raggiungerà il suo culmine con temperature che scenderanno ancora in maniera sensibile con minime che potrebbero anche più in basso dei -5 in pianura. Il vento che sta creando grossissimi problemi a Trieste non diminuirà anzi! Per venerdì è previsto addirittura un aumento della intensità della bora che sta spazzando non solo la costa ma l’intera regione. Le grandi nevicate che stanno coprendo l’intera Italia nordoccidentale e la pianura padana per ora sono lontane dalla nostra regione che però sabato potrebbe vedersi baciata dalla dama bianca. Non dovrebbe essere niente di particolarmente intenso ma con le temperature rigide che si prospettano ci sarà fortissimo rischio di fromazione di ghiaccio a terra. le previsioni per i giorni successivi sono agghiaccianti. E mai termine fu più adeguato. Il freddo, con temperature intorno allo zero e vento costante, potrebbe durare almeno fino a metà della prossima settimana. Poi non è detto che sarà finita. Nell’immagine di Meteociel la situazione prevista per sabato a ora di pranzo con le prima nevicate

TRIESTE, IL VENTO BLOCCA LA CITTA’

Si e’ concluso poco dopo le ore 13 l’intervento per mettere in sicurezza la cupola di Palazzo Carciotti e sono state riaperte al traffico le rive a Trieste. Lo ha reso noto il sindaco, Roberto Cosolini, ringraziando per l’intervento la Polizia locale, la Protezione civile, i servizi tecnici e la societa’ Global service.

Alcune lamiere staccate dalla bora dalla cupola di Palazzo Carciotti hanno causato il blocco al transito sia pedonale che automobilistico lungo le Rive nel centro della citta’. La chiusura anche di altre strade del centro tutte intorno all’edificio ha causato fortissimi disagi alla circolazione nell’ora di punta. File chilometriche di autoveicoli si sono formate per entrare in citta’ da varie direzioni. La bora, che spira da giorni a piu’ di cento chilometri all’ora, ha staccato parte del rivestimento della cupola dello storico Palazzo Carciotti, dove hanno sede, tra l’altro, alcuni uffici comunali.

”La chiusura improvvisa delle Rive ha creato un grande disagio ma il pericolo lo richiede”. Lo ha detto il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, parlando del traffico in tilt a causa della caduta di alcune lamiere da Palazzo Carciotti provocate dal forte vento di bora. Il primo cittadino si e’ recato sul posto. ”I pezzi di rame che volano dal Carciotti sono pericolosi”, ha notato Cosolini. ”La Global Service, che ha il compito di mettere in sicurezza la cupola e di fare i primi controlli sullo stato del tetto di Palazzo Carciotti – ha riferito l’assessore ai Lavori pubblici, Elena Marchegiani -, e’ presente da stamattina all’alba. Le condizioni meteo non consentono tuttavia, come e’ evidente, un intervento immediato sul tetto, che potra’ essere svolto solo quando sara’ possibile intervenire in sicurezza”

udine tempo giovedì

facebook

Lascia un commento

825