Bearzi

Michele Camarlinghi vince la 43^ Verzegnis – Sella Chianzutan

Michele Camarlinghi vince la 43^ Verzegnis – Sella Chianzutan.
Sul podio con lui Vaclav Janik e Tiziano Ferrais. Massimo Guerra primo tra le auto storiche.
Michele Camarlinghi, alla guida di un’Osella Fa 30, è il vincitore della 43^ Verzegnis – Sella Chianzutan. Il pilota toscano, che nelle due manches di gara ha totalizzato un tempo di (5:09.43), ha preceduto di 9.65 secondi la sorpresa della giornata, il pilota della Repubblica Ceca Vaclav Janik (5:19.08) su Lola B02/50, e di 9.77 secondi il veronese Tiziano Ferrais (5:19.20) su Lola T96/50.
Naturale felicità nelle parole del vincitore della classifica assoluta:”Ringrazio il mio team, che con il suo lavoro mi ha permesso di correre su una vettura perfettamente preparata ed altamente competitiva, e saluto con piacere tutto il pubblico friulano, che ha accompagnato la mia salita sino a Sella Chianzutan con grande entusiasmo”.
Si fermano ad un passo dal podio Christian Merli (5:22.86 ) su Radical ProSport, secondo classificato nel 2011, Omar Magliona (5:23.12) su Osella Pa 21/s Evo e Franco Cinelli (5:27.86)su Osella Pa 21/s. Sfortunato Cinelli, che aveva dimostrato durante la prima manche di poter competere per la vittoria finale: alla partenza della seconda manche la sua Lola si è spenta poco oltre la fotocellula di rilevamento, imprevisto che gli ha fatto perdere secondi preziosi e la possibilità di lottare per il podio. Poco prima una toccata aveva tolto dalla gara un altro possibile favorito, Rosario Iaquinta.
Una bella giornata di sole, intervallata da qualche nuvolone passeggero, ha garantito al folto pubblico accorso ad assistere alla più antica cronoscalata friulana un grande spettacolo.
Sui 5640 metri del percorso di gara le emozioni e l’alta velocità non sono mancati, e non si è registrato alcun incidente di rilievo, a testimoniare ancora una volta l’ottima organizzazione da parte della ASD Scuderia Friuli ACU, presieduta da Giorgio Croce, ed il duro lavoro di tutti quei volontari che ogni anno prestano il loro tempo per questo importante evento sportivo.
Detto delle moderne, è doveroso scrivere dell’ avvincente competizione tra le auto storiche, che alla fine ha incoronato vincitore assoluto Massimo Guerra (6:05.54), sulla sua potente Porsche 934, davanti a Luigi Bormolini (6:11.18) su Osella Pa 9 e Friedrich Huber (6:29.35), pilota austriaco al volante di una Lola T-328-Sv.
Ottime prestazioni anche tra le vetture di classe E3, le auto di scaduta omologazione, tra le quali ha primeggiato, Marco Naibo su Bmw M3 (6:42.01), secondo Siegfried Fedrigotti (6:43.61) su Ford Escort Cosworth e terzo Paolo Deotto (6:48.37), su Ford Sierra Cosworth.
Tra i piloti friulani in gara si sono distinti Stefano Gazziero su Osella Pa 20/s, posizionatosi al 24esimo posto in classifica assoluta, e Gianni Di Fant su Porsche 997 Gt3 Cup, 26esimo.
Alla fine della gara, tutti si sono recati sotto il tendone allestito all’arrivo a Sella Chianzutan, a ricevere le coppe dalle mani del sindaco di Verzegnis, Luciano Sulli, e da quelle di due presidenti: Giorgio Croce, Presidente della Scuderia Friuli ACU, e Renzo Tondo, Governatore della Regione Friuli Venezia Giulia.

facebook

Lascia un commento

1.000