Michele Tajariol è l’artista per il premio Business Meets Art

bestia_Tajariol
Sarà Michele Tajariol, artista pordenonese di soli 29 anni, a realizzare un’opera per il Premio Creaa, che verrà consegnato all’azienda vincitrice del Bando Business Meets Art venerdì 7 febbraio 2014 (prima categoria). La premiazione avverrà presso il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Udine, Casa Cavazzini, a chiusura della seconda edizione del convegno Business Meets Art organizzato dall’associazione Etrarte di Udine.
Diplomato all’Accademia di Belle Arti a Carrara, Tajariol ha proseguito la sua formazione in Giappone. Rientrato in Italia ha partecipato a numerosi progetti e mostre; nel solo 2013 è stato selezionato ed ha partecipato alla Biennale d’arte contemporanea Jeune Création Européenne, è stato selezionato per il concorso Smuggling Anthologies in mostra al MMSU di Rijeka ed è fra i finalisti dei prestigiosi premi Francesco Fabbri per le Arti Emergenti e Terna 2013. La sua ricerca nell’ambito delle arti visive si basa principalmente sull’indagine ed utilizzo di oggetti e forme di netto richiamo domestico; la sua serietà e il suo talento ne fanno uno dei nomi più promettenti del panorama artistico nazionale.
A portarsi a casa, o meglio in azienda, l’opera realizzata ad hoc per la manifestazione udinese sarà una piccola o media impresa di Triveneto, Austria o Slovenia, infatti il Premio Creaa per Business Meets Art, si rivolge ad aziende virtuose che abbiano sviluppato progetti in sinergia con partner culturali o artistici di particolare rilievo tra il 2010 e il 2014. ll bando, scaricabile dai siti www.businessmeetsart.it o www.associazionetrarte.it, deve essere compilato e spedito entro lunedì 20 gennaio 2014. L’iniziativa ricalca alcune fortunati progetti internazionali sulla stessa linea, come gli Arts&Business Awards di Londra, l’austriaco Kunstsponsoring-Preis Maecenas, l’irlandese Business to Arts Awards o l’attività decennale della Bondardo Comunicazione a Milano con il concorso Impresa e Cultura. L’azienda Creaa, che sponsorizza il premio udinese, è una start-up incubata a Friuli Innovazione il cui progetto imprenditoriale punta proprio alla creatività come facilitatore d’innovazione.
La seconda categoria del bando invece, relativa al Premio Matching, riguarda da un lato imprese che vogliono trovare dei partner culturali, per attivare processi di innovazione creativa o per ampliare il loro network internazionale, dall’altro progetti culturali che offrono possibilità di partnership volte all’innovazione ed all’internazionalizzazione (sezioni: audiovisivo, arti visive, letteratura, performing arts, musica).
Il progetto Business Meets Art, iniziativa unica sul territorio per la sua specificità tematica, viene realizzato grazie alla convenzione con la Regione Friuli Venezia Giulia, Assessorato alla Cultura, il sostegno della Provincia di Udine e la collaborazione del Comune. Per la seconda edizione si profilano inoltre prestigiose collaborazioni, a un partner consolidato come Trieste conTemporanea, si affiancheranno numerose realtà di rilievo della regione come la Factory Banca Manzano, Confartigianato Udine e la manifestazione Contemporanea 2.0 organizzata dall’Associazione 11. Nella conferenza stampa di fine gennaio verrà dettagliato il programma della seconda edizione dell’evento, quest’anno di chiaro stampo internazionale come recita anche il titolo: “Crescita territoriale, cultura e internazionalizzazione”.

facebook
823