Bearzi

Milan-Udinese preview: formazioni e chiave tattica

udinese-milan-7


Se sei alla ricerca di un biglietto per l’Udinese? Ti aiutiamo noi

Le agenzie di scommesse puntano forte sul Milan dato per strafavorito ma il buon momento dei bianconeri e le numerose assenze in casa rossonera potrebbero anche portare a un risultato diverso da quello della vittoria del Diavolo quaotata dalla snai a 1,65. Il Milan infatti oltre a Ibrahimovic dovrà rinunciare anche  a Boateng, Robinho, Gattuso, Ambrosini e Antonini. Sembr aaver recuperato Nesta che quindi affiancherà Thiago Silva al centro della difesa di Allegri,mentre sulle fasce ci saranno Abate e Zambrotta. Ridotto al lumicino il centrocampo del Milan che dovrà puntare su Van Bommel, Seedorf e Nocerino con Aquilani trequartista dietro a Pato e Cassano.  Panchina ridotta al lumicino con Emanuelson, El sharaawi e Inzaghi (che sembra in gran forma) probabili cmabi durante la partita salvo infortuni.

Anche l’Udinese reduce dalla tripla vittoria fra campionato ed Europa League ha qualche problema di formazione non potendo attuare alcuna forma di turnover e dovendo schierare ancora gli undici titolari a meno che Guidolin non privilegi gli interessi di domani schierando uno dei giovani ancora acerbi per il campionato. Difesa a tre quindi con Benatia, Danilo e Domizzi, centrocampo versione 2011 per i bianconeri con lo straordinario Pinzi centrale coadiuvato dalle due mezzale Asamoah (che pare aver recuperato) e Isla e gli esterni Basta e Armero. A far d apendolo fra centrocampo e attacco ci dovrebbe essere il positivo romeno Torje dietro al solito Di Natale che quest’anno non è partito con il piede giusto realizzando solo 4 gol in 5 partite ufficiali.

Proprio il fitto e dinamico centrocampo friulano potrebbe mettere in difficoltà il reparto centrale milanista con Torje probabilmente impegnato in pressing su Van Bommel insieme a una delle due mezzale. Anche su Seedorf Guidolin avrà probabilmente preparatao una gabbia di pressing con Isla e Basta. Pinzi invece dovrà impegnarsi più a limitare le possibili scorribande i colpi di genio di un giocatore imprevedibile e scostante come Aquilani.

Allegri sapendo che l’Udinese gli preparerà questa trappola avrà studiato le contromosse ma privo di un catalizzatore di gioco e di lanci lunghi come Ibra e della dinamicità di Boateng dovrà inventarsi qualche diavoleri per offrire palloni giocabili ai due davanti. In questo senso possibile  che Thiago Silva salendo dalla difesa dia una mano in fase di costruzione di gioco. Importantissima sarà la sfida sulle fasce con Armero opposto  ad Abate e Basta che dovrà vedersela con Zambrotta.

La difesa Udinese dovrà poi tentare di contenere la velocità di Pato e l’estro, qualora dovesse accendere la lampadina, di Cassano. I bianconeri probabilmente punteranno però a tagliare loro i rifornimenti a priori onde evitare pericolose sbandate in velocità. Occhio al vecchio Inzaghi, sarà sicuramente della partita.


Se sei alla ricerca di un biglietto per l’Udinese? Ti aiutiamo noi

facebook

Lascia un commento

263