Moimacco: “Due passi più vicini” per ritrovarsi tra arte e territorio

Si terrà a Moimacco presso l’arena della chiesetta di San Giovanni il 26 marzo 2022 alle ore 10:00 l’inaugurazione di “Due passi più vicini”, un progetto realizzato dalla Pro Loco Pro Moimacco, in collaborazione con il Gruppo Giovani Moimacco, Misia Multiverso e l’associazione Partecipa.

Un percorso di quattordici brevi tappe, segnato da altrettante bacheche integrate nel paesaggio, che unisce gli abitati di Moimacco e Bottenicco in un’insolita passeggiata. Oltre all’invito a godere del verde e della natura, ogni tappa suggerisce la lettura di brani di prosa e poesia per una riflessione a tutto tondo sull’integrazione e il senso di comunità.

“Due passi più vicini “raccontano i membri del consiglio della Pro Moimacco “nasce proprio dal desiderio di ripartire, ritrovarsi ed essere presenti sul territorio anche grazie a nuove modalità di incontro. L’intenzione è di rigenerare e ritrovare quella dimensione comunitaria che in questo periodo è andata sempre più perdendosi, per tornare ad essere nuovamente due passi più vicini, tra persone, tra cittadini, tra compaesani. Si tratta anche di un avvicinamento figurato a una nuova visione del mondo, una visione più generosa, positiva e costruttiva, che mette in campo – o meglio, nei campi di Moimacco e Bottenicco – dei valori dai quali lasciarsi ispirare.” Il futuro che la Pro Loco Pro Moimacco immagina, si basa sull’ascolto di sé e del prossimo, sull’empatia, sul rispetto dell’ambiente, sull’inclusione e sulla diversità. Valori importanti e quanto mai attuali che in questo progetto vengono però raccontati attraverso una prospettiva universale, umana e poetica, in grado di unire nella diversità.  

La realizzazione artistica è a firma di Elena Tuan, fondatrice di Misia Multiverso (@misiamultiverso) progetto femminista incentrato su questioni di genere e poesia, che nell’iniziativa moimacchese ha saputo includere alcuni poeti emergenti italiani tra cui Maura Termite, Diogene Vanzetti, Valentina Cottini e Giulio Zambon.

Non solo prosa e poesia, ma anche nuove modalità di comunicazione e approfondimento all’interno di quest’iniziativa. In particolare, il Gruppo Giovani Moimacco, associazione attiva sul territorio che coinvolge ragazzi dai 16 ai 25 anni in diverse attività, si è occupato della realizzazione di contenuti integrativi a sorpresa, fruibili tramite la lettura dei QR code presenti nelle bacheche, che completano in modo creativo le riflessioni proposte lungo il percorso.

Per saperne di più è possibile consultare la pagina https://www.promoimacco.it/

883