Monfalcone nucleare. L’Enel nega

tricastin1I Verdi diffondono una lista dei siti idonei a ospitare le 4 centrali nucleari oreviste dal governo. C” anche Monfalcone. L’Enel smentisceEcco i siti dove si vorrebbero realizzare le 4 centrali nucleari in Italia: Montalto di Castro (Vt), borgo Sabotino (Lt), Garigliano (Caserta), Trino Vercellese (Vercelli), Caorso (Piacenza),Oristano,Palma (Agrigento), Monfalcone (Gorizia). Lo dichiara Angelo Bonelli, presidente dei Verdi.
”Le ha individuate l’Enel – spiega – che ha inviato il dossier al governo . Le aree sono idonee secondo Enel perche’ vicine a zone costiere e ai fiumi perche’ come e’ noto le centrali necessitano di un gran quantitativo di acqua per funzionare”.

”Chiamiamo alla mobilitazione democratica le popolazioni per dire no alle centrali nucleari. Noi Verdi – continua Bonelli – avvieremo il presidio dei siti nucleari per dire no al nucleare e si’ al solare. Il governo sta portando l’Italia in una pericolosa avventura che portera’ alla militarizzazione dei territori e a far aumentare la bolletta elettrica degli italiani perche’ i 20 miliardi di euro per la costruzione delle centrali li pagheranno gli italiani. In tutto il mondo infatti i programmi nucleari sono pagati dallo Stato”.

”Berlusconi in Italia ammazza le energie rinnovabili e finanzia la speculazione del costoso nucleare. Daremo nel paese dura battaglia”, avverte.Enel non ha consegnato al governo alcuna lista di siti per la costruzione di nuove centrali nucleari. E’ quanto precisano fonti della societa’ elettrica commentando l’elenco delle localita’ idonee che i Verdi hanno attribuito proprio all’Enel.
”Potrebbe essere una lista vecchia di trent’anni” ipotizza la stessa fonte.

‘L’Enel mente sapendo di mentire. Che esista una lista di siti per le centrali nucleari lo ha dichiarato anche l’amministratore delegato dell’Enel Conti ad un’intervista a La 7 di qualche giorno fa, aggiungendo che ‘non avrebbe rivelato la lista neanche sotto tortura”. E’ questa la replica del Presidente dei Verdi Angelo Bonelli alla nota con cui l’Enel smentisce l’esistenza di una lista di siti per gli impianti nucleari.
”L’Enel ed il Governo che continuano a santificare il ritorno all’atomo ogni giorno dovrebbero spiegarci come si fa a fare il nucleare senza le centrali – ha concluso Bonelli -.
Siano onesti con gli italiani e dicano ufficialmente dove vogliono costruire le centrali”.

(fonte ASCA)

Lascia un commento

2.576