Bearzi

Mostra della mela di Pantianicco. Dal 27 settembre al 6 ottobre 2013

Pantianicco (Udine). Si celebrano i 44 anni della più grande mostra regionale dedicata alla mela in Friuli Venezia Giulia: dal 27 settembre al 6 ottobre 2013 negli spazi della Casa del Sidro di Pantianicco (Ud), è infatti, in programma la nuova edizione della Mostra Regionale della Mela organizzata dalla Pro Loco di Pantianicco, in collaborazione con il Comune di Mereto di Tomba sotto l’egida dell’UNPLI, l’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia.
Tradizionale appuntamento di inizio autunno, come sempre, nel segno dei sapori naturali e dei prodotti agroalimentari della tradizione e del territorio con la proposta dei numerosi trasformati della mela come il succo, il frizzante sidro, l’aceto di mele, il miele di melo. In esposizione le migliori cassette di mele delle ottanta aziende friulane in gara con le mele classiche Granny Smith, Gala, Delicious rosse, Fuji, Stark, Pink Lady, Braeburn, Red Chief. in mostra anche quelle autoctone e antiche, monitorate dall’Ersa dai nomi quasi esotici come: Zeuka, Renetta di Pradis, Rusin d’Univièr, Rosse di Croazia e Gialle di Priuso. Alla ‘mela Friuli’, sarà dedicato il consueto convegno tecnico in programma sabato 28 settembre, alle 18 che vedrà gli interventi di Luigi Fabro, dell’Ersa regionale, “Ticchiolatura in FVG” e di Luisa Mattedi, della Fondazione E. Mach di San Michele all’Adige, “Esperienze di gestione fitosanitaria sostenibile”, che coinvolgerà gli esperti e gli operatori del settore.
Une vera festa che coinvolge un pubblico eterogeneo, diventata un punto di riferimento per il mondo della mela regionale e dei suoi trasformati, così come per i produttori di miele.
Degustazioni e concorsi. Il primo assaggio si potrà già fare il giorno dell’inaugurazione il 27 settembre con la cena speciale, a base di prodotti del territorio e dolci fatti in casa (menù completo a 11 euro). Sabato 28 settembre, oltre alla migliore azienda regionale in assoluto; a quella al di sotto dei 3 ettari, alla produzione biologica migliore e all’azienda eccellente di montagna, saranno premiate anche le migliori cassette e i derivati delle mele con l’11° concorso internazionale “Succo, sidro e aceto di mele”. Appuntamento anche per gli apicoltori con la conferenza tecnica, “Situazione apistica in Friuli Venezia Giuila” tenuta da Giorgio Della Vedova, Presidente del Consorzio Apicoltori di Udine; al termine le premiazioni dei migliori mieli dei produttori che hanno aderito al 24° Concorso regionale dei mieli “Città di Pantianicco”, aperto a tutti gli apicoltori della regione – 1260 solo quelli della Provincia di Udine- iscritti ai consorzi e non. Poi la mela nella sua versione più dolce potrà essere degustata durante il Concorso dolci a base di mele e miele, aperto a tutti (Informazioni al numero 0432 860075). La consegna dei dolci è prevista per sabato 5 ottobre alle 16 e le premiazioni sono in programma la sera stessa alle 20.30. Novità per il 2013, il contest riservato ai foodblogger – fenomeno sempre più diffuso di appassionati di cucina che si scambiano consigli e ricette attraverso i blog – organizzato dalla Pro Loco con il mensile di enogastronomia “qbquantobasta” Fvg, ha per tema “Le mele nel piatto”: le migliori ricette saranno premiate domenica 6 ottobre alle 16.30 alla Casa De Sidro.
Premio Mela Friuli 2103. Cifra caratterizzante della Mostra della Mela è come sempre il Premio Speciale Mela Friuli, che nel 2013 ha visto impegnate circa una ottantina di aziende frutticole della regione per l’individuazione della migliore azienda regionale. In Friuli Venezia Giulia il melo è coltivato, oggi, da circa 700 aziende, tra i e i 1200 e i 1400 ettari su un territorio favorevole, pianeggiante, ricco di acqua e luce, che produce mediamente 500mila quintali annui di mele DOP. Quest’anno, nonostante le brinate, la produzione si conferma buona per qualità con un andamento di mercato legato alle difficoltà dell’economia nazionale. Le aziende partecipanti al Premio Speciale Mela Friuli sono state visitate e valutate da una commissione tecnica, presieduta da Emilio Beltrame dell’Assessorato Agricoltura regionale e composta inoltre da Michele Fabro e Pietro Candon, rispettivamente dalla Provincia di Udine e di Pordenone, Paolo Ermacora e Stefano Borselli dell’Università di Udine, Daniele Della Toffola e Baldovino Toffolutti dell’ Arpa Fvg, Luigi Fabro e Ennio Scarbolo dell’Ersa Fvg, Chiara Zampa tecnico della Società Cooperativa FriulFruct, Devis Macor della C.I.A, di Udine Walter Esghfaller consulente frutticolo e dai rappresentanti della Pro Loco Pantianicco. La commissione nella fine di agosto, ha verificato sul campo lo stato fitosanitario delle piante, la produttività, il management aziendale e naturalmente la qualità varietale di ogni azienda.
Sport. Novità per quest’anno sarà il 1° Torneo di pallavolo (3+3) Golden Green Volley, l’appuntamento è per le 9 al campo sportivo di Pantianicco. Domenica 29 settembre, alle 9.30, si rinnova l’appuntamento con uno degli eventi più suggestivi della Mostra della Mela friulana: la 25° Marcia fra i meli, tradizionale passeggiata, non competitiva, rivolta a grandi e piccini, a famiglie e podisti. Una passeggiata che si snoda attraverso i lunghi sentieri fra filari e frutteti, per immergersi nella tranquillità della campagna, gustando i profumi e i colori degli alberi da frutto. Domenica 6 ottobre alle 14, invece, l’appuntamento sportivo è con la gara ciclistica per amatori 15° Trofeo Cragno Franco.
Mostre, spettacoli, cultura. Si aprono venerdì 27 la mostra del Concorso fotografico di immagini di meleti realizzate dai compaesani emigrati in Uruguay ed Argentina (ore 18) e la mostra di mosaici di Fabio Manazzone (ore 20). Ritorna anche la mostra su pannelli “La mela” a cura di Patrizia Novajra, con storie, leggende, ricette e curiosità attraverso il mondo della mela. La mostra presenta anche le oltre 80 varietà autoctone di mele regionali antiche catalogate, dall’Ersa per risalire fino alle più antiche origini del frutto proibito. Un occhio anche alle tendenze moda per l’autunno – inverno 13/14, con la sfilata di domenica 29 alle 18.30, con Zoffi abbigliamento.
Il film. Per giovedì 3 ottobre, prevista la proiezione della copia restaurata del film “Gli Ultimi” di Vito Pandolfi e Davide Maria Turoldo (originario di Coderno), frutto di una collaborazione con la Cineteca del Friuli e il Cec; introdurrà la proiezione Luca Giuliani della Cineteca del Friuli. Nell’inverno del 1962, quindici anni prima della realizzazione de “L’albero degli zoccoli” di Ermanno Olmi, nella campagna friulana, si gira “Gli ultimi”, storia di una povera famiglia di contadini all’indomani della terribile crisi del 1929, raccontata attraverso gli occhi di un ragazzo di dieci anni, Checo. La realizzazione di questo film, uscito nel pieno del boom economico, fra lo scetticismo dei più, si deve al coraggio ed alla tenacia di David Maria Turoldo che riuscì a coinvolgere nel progetto Vito Pandolfi per la regia, Armando Nannuzzi, uno dei nostri più grandi “maestri della luce” per la fotografia, Carlo Rustichelli per le musiche, Leo Pescarolo, oggi affermato produttore, nei panni di aiuto regista. Il film fu interpretato da un ragazzino di Nomadelfia e da attori non professionisti scelti fra la gente dei paesi dove il film fu girato, fra cui il fratello dello stesso Turoldo. Fu girato nell’arco di due mesi proprio nella zona di Coderno di Sedegliano, sui colli di Buia, nel mulino nieviano di Glaunicco, a Craoretto di Prepotto. E’ stato utilizzato anche un tronco della ferrovia Udine-Cividale con vetture e locomotiva d’epoca. A documentare l’impresa, padre Turoldo chiamò un suo amico di Casarsa, Elio Ciol, che, nel ruolo per lui inedito di fotografo di scena, scattò quasi duemila fotografie. La prima del film avvenne a Udine, al cinema Centrale, la sera del 31 gennaio 1963. Successivamente nelle sale italiane riscosse scarsa attenzione. Ma il poco successo commerciale venne controbilanciato dagli apprezzamenti dei critici e degli intellettuali. Così scrissero del film: “Assoluta severità estetica” (Pier Paolo Pasolini); “Schietta e alta poesia” (Giuseppe Ungaretti); “Il linguaggio della verità” (Giacinto Spagnoletti); “Un atto di coraggio che è anche poesia” (Guglielmo Petroni)
Musica e spettacolo. Per far ballare il pubblico non mancheranno le orchestre: la Gianni Dego il abato 28 ( ore 21), i Collegium domenica 29 (dalle 20,30) e la Lara & Chiara ( ore 21); le serate di musica e danza country – con il gruppo musicale Country Soul – e i dj Moses del venerdì 27 dalle ore 21. Gran finale la domenica 6 ottobre con il gruppo bandistico Armonie di Sedegliano alle 15.30 e lo spettacolo comico di Sdrindule (ore 17.30) e la musica dell’orchestra – spettacolo Gianni e i Ricordi.
Miss Mela & Mr. Melo. Una delle serate più attese è quella del concorso Miss Mela. La reginetta di bellezza sarà eletta venerdì 4 ottobre alle 21, e entrerà di diritto nella selezione Miss Alpe Adria International. Ma la novità dell’anno è che con la reginetta sarà votato anche il più bello tra i belli, il Mr. Melo della regione, concorso collegato ad Alpe Adria Boy.
Giocomela. Si rinnovano anche le iniziative dedicate ai bambini: sia domenica 29 settembre che domenica 6 ottobre; alle 15, si ripropone il concorso per giovani e giovanissimi “Cento chili di mele per te!”: a ogni bimbo sarà consegnata una cartolina appesa ad un palloncino, pronta per essere lanciata verso il cielo subito dopo la compilazione. La cartolina che ritornerà a Pantianicco, rispedita dal luogo più lontano, farà vincere al bimbo e alla persona responsabile dell’invio, ben 100 kg di mele fresche, croccanti e nostrane.
Shopping. Le mele friulane, fresche di raccolta, potranno essere anche acquistate insieme al succo,, al sidro, alle Pomelle, le frittelle di Pantianicco, e all’aceto di mele oltre ai fragranti dolci a chilometro zero. Apertura chioschi: tutti i giorni dalle ore 19; sabato dalle ore 12 e domenica dalle ore 9. (Informazioni: Pro Loco Pantianicco 0432 860075- wwwprolocopantianicco.it; FB “Mostra mela FVG”).

facebook
611