Napolitano andrà a Porzus. Si parla del 6 maggio

napolitanoIl Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si rechera’ in Friuli per rendere omaggio alle vittime dell’eccidio di Porzus. E’ stato lo stesso Capo dello Stato a renderlo noto oggi, al Quirinale durante il suo intervento alla celebrazione del Giorno del Ricordo per le vittime delle foibe e per gli esuli istriani, fiumani e dalmati.

Nel suo discorso il Capo dello Stato – ricordando ”le contrapposizioni e le lacerazioni che le nostre aree di confine hanno vissuto nella fase conclusiva della Seconda guerra mondiale e subito dopo” – sottolinea la necessita’ di affrontare quella che viene definita la ”parabola drammatica dell’italianita’ adriatica”. Tra i drammi di quel periodo storico, rileva Napolitano, ”ci furono perfino conflitti, che ebbero un costo atroce di vite umane, tra le formazioni partigiane che combatterono dalla stessa parte contro il nazifascismo”. Quindi, ne e’ convinto il Presidente, ”serve ricordare anche per ripensare a tutti i fatali errori al fine di non ripeterli mai piu”’. In questa prospettiva ”e con questi sentimenti – e’ allora l’annuncio di Napolitano – e’ mia intenzione, in una prossima gia’ programmata visita in Friuli, rendere omaggio alle vittime di Porzus”.

L’eccidio di Porzus – in localita’ Topli Uork (in seguito la zona divenne piu’ nota con appunto il toponimo di Porzus, dal nome di una vicina frazione), nel comune di Faedis, nel Friuli orientale – consistette nell’uccisione, fra il 7 e il 18 febbraio 1945, di sedici o diciassette partigiani (piu’ una loro ex prigioniera) della Brigata Osoppo, formazione partigiana di orientamento cattolico e laico-socialista, da parte di un gruppo di partigiani – in prevalenza dei GAP (Gruppi di Azione Patriottica) – appartenenti al Partito Comunista Italiano.

(ASCA) – Trieste, 9 feb – ”Sono profondamente grato al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per aver deciso di rendere omaggio alle vittime dell’eccidio di Porzus”. Lo ha detto il presidente della Regione Fvg, Renzo Tondo, nell’apprendere dell’impegno assunto da Napolitano di recarsi alla malga Porzus in occasione della sua prossima visita in Friuli.

”Ho piu’ volte rinnovato a Napolitano – ha aggiunto Tondo – l’invito a visitare la malga Porzus, come gesto di alto valore simbolico per sottolineare l’abbraccio di tutto il Paese alla storia martoriata di queste terre, e oggi apprendo con viva emozione la conferma. Ero sicuro che il Presidente della Repubblica avrebbe accolto questo appello”.

secondo il quotidiano messaggero veneto la visita dle presidente Napolitano si svolgerà il 6 maggio

607