Telegram

Nella scuola di Moruzzo, il biologico che fa la differenza

Dal 1978 un gruppo di genitori attenti all’alimentazione dei propri figli, gestisce volontariamente la mensa scolastica grazie a una Convenzione col Comune di Moruzzo. Dal 1997 questo gruppo è diventato l’associazione senza scopo di lucro “Mangiare Sano per Crescere Sano”.

“Il nostro fine primario- afferma la Presidentessa Anna Venuti – è servire ai bambini, pranzi controllati, cucinati al momento, equilibrati, appetitosi, biologici, a km zero.

Attualmente il servizio mensa offre all’intero plesso scolastico, circa 250 pasti completi al giorno e la merenda di metà mattina.

Oltre alla mensa – continua la Presidentessa- ci occupiamo anche di educazione alimentare e grazie alla collaborazione di docenti preparati, abbiamo organizzato una serie di lezioni e laboratori pratici rivolti agli alunni della scuola dell’Infanzia e della Primaria per promuovere la consapevolezza verso una sana alimentazione.

Molti sono gli interventi che sosteniamo per i nostri bambini: l’acquisto di materiale didattico, contributi per uscite didattiche e spettacoli teatrali, attività motoria di base oltre che il laboratorio storico-archeologico “Samardenchia”.

 Ma il fiore all’occhiello della nostra attività è sicuramente  il progetto di musica  per il quale si è stipulata una convenzione con il “Complesso Bandistico di Fagagna”. I bambini della quarta e della quinta elementare possono svolgere lezioni di strumento in piccoli gruppi, con insegnanti diplomati in Conservatorio. L’associazione mette a disposizione anche lo strumento in comodato d’uso gratuito”

Ed è così che molti bambini hanno imparato a suonare strumenti come il flauto o il clarinetto. “Grazie al progetto musica- afferma una mamma- mio figlio si è appassionato alla chitarra, e durante il lock down, mentre eravamo chiusi in casa, ha strimpellato tutto il giorno. Altrimenti non avrei saputo che cosa fargli fare!”

“Il Comune di Moruzzo – afferma il Sindaco Albina Montagnese- da sempre sostiene l’Associazione e in sinergia con essa si adopera al fine di garantire una elevata qualità del cibo, mantenendo basso il costo del pasto per le famiglie. Questo aspetto, assieme alla presenza di progetti formativi, è ciò che ci differenzia nel territorio, e ci permette di avere molte iscrizioni di allievi provenienti anche dai Comuni limitrofi.”

Interviene anche Elena Zoratti, consigliera con delega all’Istruzione del comune di Moruzzo: “Entrambe le mie figlie hanno frequentato e frequentano la scuola elementare di Moruzzo, e da subito ho ammirato la forza e la scrupolosità con cui il Direttivo dell’Associazione si impegna nella scelta degli alimenti più sani e di qualità migliore. Un lavoro volontario che occupa molto tempo, ma che ha dato grandi risultati, tanto che, anche se alle volte non c’è tempo per preparare la cena, le mamme si sentono tranquille perché almeno i bambini hanno mangiato bene a pranzo!

facebook
1.063