Bearzi

Notte del 13 agosto: panico al Parco del Cormor

rum 01Nel corso della serata di giovedì 13 agosto al Parco del cormor intorno alle 22 è intervenuta una volante della polizia  e si sono sentiti alcuni scoppi , probabilmente di arma da fuoco, esplosi secondo le testimonianze raccolte,  nell’ambito di una rissa; si trattava invece di un inseguimento. A quel punto c’è stato un grande fuggi fuggi. generale Le 200 persone presenti al parco, nella tradizionale serata del giovedì dedicata al ballo latino americano ritrovo estivo degli udinesi è stato difatto per alcuni minuti in preda al panico con gente che scappava per le stradine e si affrettava a salire nelle automobili impaurita da quanto stava accadendo. La questura ha annunciato una conferenza stampa in mattinata per spiegare quanto successo. Lasciate la Vostra testimonianza se eravate presentiIl panico in realtà era diffuso in tutta la città visto che una macchina sospetta non si è fermata all’alt intimato dalle forze dell’ordine e ha tentato la fuga lungole vie di Udine. A quel punto è scattato un inseguimento che, secondo quanto riportato in conferenza stampa, ha messo anche a rischio l’incolumità di alcuni passanti. La fuga si è interrotta al Parco del Cormor dove i 4 malviventi a bordo del veicolo sospetto hanno tentato una fuga a piedi ma uno di loro è stato bloccato dai poliziotti che hanno anche esploso qualche colpo in aria. In seguito è stato catturato un secondo malvivente mentre cercava di rientrare presso la sua abitazione. Due dei componenti della banda sono ancora ricercati. inoltre un quinto elemento è stato denunciato perchè anche nel suo appartamento è stata ritrovata refurtiva. Refurtiva che nel suo complesso vale circa diecimila euro e  che comprendeva attrezzi da lavoro, amplificatori, pc portatili, scarpe. Una varietà notevolissima di oggetti che comunque, secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, risalgono a una serie di furti presso cantieri di lavoro. La banda, composta quindi da 5 elementi annoverava un marocchino minorenne, fermato nell’inseguimento al parco del cormor, tre moldavi e un romeno. Uno di loro era stato arrestato qualche mese fa per un reato simile ma era stato poi scarcerato.

rum 01rum 02rum 03

facebook

Lascia un commento

645