Telegram

Nuovo Ospedale Udine. Entro il 2020 la conclusione dei lavori

10_realizzazione-finale
La gara per la realizzazione del 3° e 4° lotto del nuovo ospedale di Udine è stato aggiudicato al costituendo raggruppamento temporaneo tra le imprese Grandi Lavori Fincosit S.p.A di Roma, Milani Giovanni &C. S.r.l. di Osnago (LC), Panzeri S.p.A. Luisago (CO); progettisti individuati in: società di ingegneria Studio Amati S.r.l. di Roma, DEERNS Italia S.p.A. di Milano, MAIN Management e Ingegneria S.p.A. di Bologna e T.H.E.MA. S.r.l. di Bologna. L’aggiudicazione è avvenuta dopo una gara che ha visto impegnati 12 raggruppamenti provenienti da tutta Italia, di cui si riportano solo i soggetti capofila:
1. Grandi Lavori Fincosit S.p.A. di Roma
2. Consorzio Stabile Infrastrutture di Vicenza
3. Astaldi S.p.A. di Roma
4. Paolo Beltrami S.p.A. di Cremona
5. INSO Sistemi per le Infrastrutture Sociali S.p.A. di Firenze
6. Vianini Lavori S.p.A. di Roma
7. Coopsette Società Cooperativa di Reggio Emilia
8. Consorzio Cooperative Costruzioni CCC Soc. Coop di Bologna
9. Guerrato S.p.A. di Rovigo
10. C.M.B. Soc. Coop. Muratori e Braccianti di Carpi
11. Pessina Costruzioni S.p.A. di Milano
12. Rizzani De Eccher S.p.A. di Udine
Importo complessivo a base di gara per l’esecuzione dei lavori pari a € 66.615.239,59 + IVA, di cui € 2.450.000,00 per oneri di sicurezza, mentre la base di gara per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva era pari a € 2.550.745,18 + IVA (circa 81 milioni in tutto). La costituenda A.T.I. si è aggiudicata l’intervento con un ribasso economico rispetto alla base di gara dell’11,82% sui lavori e del 35% sulla progettazione. La proposta tecnico-professionale è stata di alto livello, offrendo soluzioni migliorative rispetto all’elaborato posto in gara sia dal punto di vista del lay out distributivo sia da quello impiantistico.

Ora la prospettiva è di iniziare la progettazione definitiva/esecutiva nei primi mesi del 2016 e di avviare il cantiere alla fine dello stesso anno o ad inizio 2017, secondo la scansione temporale descritta nel cronoprogramma. Il completamento dell’opera con occupazione delle nuove aree assistenziali è previsto nella seconda metà del 2020.

La collocazione del nuovo manufatto è in adiacenza al I e II lotto, orientata sul versante di via Chiusaforte (vedi allegato), per un totale di 56.804 mq e di circa 230.000 metri cubi. Sono state stralciate le opere relative ad aree di deposito al livello -2, che restano al rustico, per un totale di circa 1.400 mq.. Sono previsti 2 livelli sotto il piano di campagna e 4 fuori terra; il quarto piano è a destinazione direzionale, come peraltro nel 1° e 2° lotto.

Il grande vantaggio di questo intervento sta nella disponibilità dell’intero finanziamento fin dall’avvio della progettazione, a differenza di quanto accaduto con il 1° e 2° lotto: in quest’ultimo caso, infatti, i finanziamenti sono stati messi a disposizione per fasi successive e questa modalità di procedere ha provocato incertezze nell’avanzamento dei lavori ed anche periodi consistenti di fermo cantiere; ne è risultato il lungo periodo di tempo necessario alla realizzazione dell’opera (avvio nel 2002, occupazione delle prime aree a fine 2013 e completa attivazione nel 2015.

8_ospedale-udine_sala-operatoria

7_ospedale-udine_terapia-intensiva

5_ospedale-udine_degenza

4_ospedale-udine_area-osservazione

3_ospedale-udine_area-attesa

1_ospedale-udine_esterno-lato-nord_pronto-soccorso

A partire dal mese di marzo 2013, quando è stato sottoscritto l’accordo di programma con il ministero della salute per un finanziamento di circa 44 milioni di euro per la realizzazione del 3° lotto – che richiedeva la progettazione preliminare di 3° e 4° lotto per essere confermato entro settembre 2014 – è stata una continua corsa contro il tempo che ha impegnato professionisti dell’area tecnica e di quella sanitaria. La Regione FVG ha inteso integrare il finanziamento ministeriale con circa 36 milioni, consentendo così la realizzazione dell’intero manufatto di completamento in un intervento unico: ci si sta quindi avviando ad un grande risultato che consentirà all’Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine di disporre in tempi ragionevoli del completamento di un’opera ormai indispensabile per rispondere con criteri moderni alle esigenze di assistenza, di ricerca e di didattica che vanno ben oltre gli ambiti territoriali teoricamente assegnati.
“sono stati rispettati tutti i tempi definiti nel cronoprogramma stilato nel 2013: questo ha consentito di confermare il contributo ex art. 20 del Ministero della Salute per il 3° lotto e lo stato di avanzamento della procedura di progettazione ha favorito l’integrazione del finanziamento da parte della Regione, consentendo così di giungere all’appalto dell’opera comprensiva di entrambi i lotti (3° e 4°). In questo modo si eviteranno certamente le incertezze e le difficoltà procedurali che hanno condizionato la lunghissima realizzazione dei primi 2 lotti. Dobbiamo riconoscere quindi la tempestività dell’intervento finanziario regionale, ma è altresì doveroso riconoscere l’impegno profuso dai tecnici e dai sanitari più direttamente coinvolti in questi tre anni di lavoro, con particolare riguardo a coloro che hanno fatto parte della Commissione aggiudicatrice: il dott. Walter Toniati, l’ing. Ermes Greatti, l’ing. Giampiero Zanchetta, il dott. Michele Chittaro e il dott. Gianni Borghi. Nel complesso un grande successo di una squadra compatta e dedicata al raggiungimento di questo importante obiettivo in tutte le sue componenti”.

Questo l’aspetto attuale e come diverntarà alla fine dei lavori l’Ospedale di Udine

9_stato-di-fatto

10_realizzazione-finale

1. Il 12.3.2013 l’accordo di programma per il settore degli investimenti sanitari ex art. 20, della Legge n. 67/1988 tra il Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Regione Friuli Venezia Giulia, sulla base del quale è stato stanziato un importo a carico dello Stato di Euro 43.694.575,91 ed un importo a carico del bilancio regionale di Euro 2.299.714,52, per complessivi Euro 45.994.290,43 per la realizzazione del III Lotto del Nuovo Ospedale di Udine;
2. Il 18.4.2013 è stato costituito il Gruppo di Lavoro Aziendale per definire le linee di indirizzo per la progettazione preliminare che doveva riassumere i contenuti ed i criteri per lo sviluppo dell’aggiornamento della progettazione del III e IV Lotto dell’Ospedale di Udine;
3. il 25.07.2013, è stato approvato il Documento preliminare alla Progettazione predisposto dall’apposito Gruppo di Lavoro aziendale ed è stato quindi predisposto l’aggiornamento del progetto preliminare generale delle opere di III e IV lotto dell’Ospedale di Udine;
4. il 31.12.2013 è stato approvato il Piano aziendale degli investimenti per il 2013 il quale includeva la somma complessiva di Euro 45.994.290,43 per la realizzazione del III Lotto del Nuovo Ospedale di Udine;
5. l’11.7.2014 con l’approvazione del “Programma preventivo consolidato 2014”, la Giunta Regionale ha disposto lo stanziamento di ulteriori € 35.311.038,14 a copertura degli oneri connessi alle opere del IV lotto del Nuovo Ospedale, determinando pertanto un importo complessivo di quadro economico per la realizzazione delle opere del III e del IV Lotto del Nuovo Ospedale di Udine, pari a € 81.305.328,57 (inclusivo di spese tecniche, IVA e imprevisti);
6. il 30.7.2014 al termine dello sviluppo del progetto preliminare, acquisiti i pareri del NVISS regionale e della Società CONTECO, incaricata dello svolgimento della attività di verifica progettuale, il progetto è stato quindi validato con atto del R.U.P.;
7. il 14/11/2014 sono stati approvati gli atti di gara e indetta la gara europea: alla scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione (19.01.2015) sono pervenute 17 domande di partecipazione e alla scadenza del termine di presentazione offerta (20.04.2015) sono pervenuti i 17 plichi contenenti le offerte tecniche ed economiche;
8. la commissione giudicatrice, nominata in data 11.06.2015 dopo la verifica dell’ammissibilità delle domande, ha concluso i lavori in data 27.10.2015, disponendo l’aggiudicazione provvisoria: l’importo complessivo a base di gara per l’esecuzione dei lavori era pari a € 66.615.239,59 + IVA, di cui € 2.450.000,00 per oneri di sicurezza, mentre la base di gara per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva era pari a € 2.550.745,18 + IVA;
9. L’aggiudicatario provvisorio è risultato essere il raggruppamento temporaneo tra le società di ingegneria Studio Amati S.r.l. di Roma, DEERNS Italia S.p.A. di Milano, MAIN Management e Ingegneria S.p.A. di Bologna e T.H.E.MA. S.r.l. di Bologna, Grandi Lavori Fincosit di Roma, S.p.A, Milani Giovanni &C. S.r.l. di Osnago (LC), Panzeri S.p.A. Luisago (CO), che ha avuto la meglio fra dodici partecipanti, ottenendo il miglior giudizio qualitativo e proponendo un ribasso economico rispetto alla base di gara dell’11,82% sui lavori e del 35% sulla progettazione;
10. il 25/11/2015 è stata disposta l’aggiudicazione definitiva della quale è stata decretata l’efficacia il 27.04.2016, in esito a positiva verifica della comprova dei requisiti dichiarati in gara dall’aggiudicatario e alle verifiche previste dalla legge antimafia.
11. Dopo gli adempimenti conseguenti alla stipula del contratto è stata formalmente avviata la parte conclusiva della progettazione, consegnata il 9 dicembre, che sarà sottoposta all’approvazione degli enti preposti.
12. I lavori propedeutici grazie al Permesso di Costruire, in fase di approvazione da parte dell’Amministrazione Comunale di Udine e del NVISS regionale,, potranno avviarsi già dal prossimo mese di gennaio.

Le fasi di progettazione e realizzazione delle opere, incluse le opere propedeutiche e collaudi, ed esclusi i tempi per l’acquisizioni dei pareri dagli Enti approvatori, prevedono un impegno per 1.335 giorni naturali.

facebook
5.519