OGM: Fidenato,”Stato Italiano fuori legge”; Honsell “Provocatorio e arrogante, sfrutta un vuoto legislativo”

“Al corpo forestale apro solo col mandato di perquisizione, la De Girolamo, lo Stato italiano e tutte le associazioni che sostengono questa cosa, sono fuori legge. C’é stata una sentenza che ha chiarito finalmente tutto.
Sono tredici anni che lo Stato italiano ci vieta di seminare”.
Lo ha detto oggi nel corso di un’intervista a Radio24, Giorgio Fidenato, l’agricoltore e leader del Movimento Libertario che sabato scorso ha seminato colture di mais Ogm nel Pordenonese.
Fidenato ha detto che alcuni “agricoltori di Brescia sono pronti” a fare come lui ma che “purtroppo hanno tutti già seminato in questo periodo. Si sta valutando se si riesce a trovare un appezzamento di terreno che sia su una strada principale, in maniera che la gente venga a vedere che cosa è questo mais ogm”, ha spiegato.
Sabato scorso, dopo la semina, è intervenuto sul caso anche la ministra dell’Agricoltura, Nunzia De Girolamo, anticipando che avrebbe inviato il Corpo della Forestale a compiere una ispezione nei campi di Fidenato. “E’ ora che lo Stato italiano rispetti le leggi, il ministro si metta il cuore in pace”, ha concluso il leader del Movimento Libertario.

“Il Comune di Udine è a fianco di Coldiretti e di tutte le associazioni che si battono contro la diffusione degli Ogm sul territorio del Fvg”. Lo ha detto il sindaco di Udine Furio Honsell incontrando a palazzo D’Aronco il presidente di Coldiretti Udine Rosanna Clocchiatti e il direttore Angelo Corsetti nel corso di un incontro istituzionale voluto da Coldiretti. “Le istituzioni non possono assistere inermi alla provocazione e all’arroganza di un solo agricoltore che, sfruttando la terra di nessuno venutasi a creare da una sentenza e dalla mancanza di un provvedimento legislativo nazionale – ha evidenziato la Coldiretti – decide di piantare sementi che andranno a contaminare quelle dei suoi vicini, creando danni diretti ai maiscoltori e danni d’immagine a una regione che crede nell’importanza delle produzioni tipiche e di qualità e sulla quali sta investendo risorse nella promozione”. Totale solidarietà del sindaco Honsell che si è impegnato a sostenere la posizione di Coldiretti e delle associazioni che si riconoscono nel movimento “Ogm free”, oltre alla collaborazione in iniziative sulla sana alimentazione.

Lascia un commento

400