OGM: perquisizioni in Friuli

mais-ogmudine, 26 agosto 2011 – È stata accertata la probabilità di mais geneticamente modificato Monsanto MON 810 in due aziende agricole della regione Friuli Venezia Giulia: sono scattate ieri pomeriggio e sono ancora in corso le perquisizioni e i sequestri in due aziende, una in provincia di Udine e l’altra in provincia di Pordenone in seguito allo screening effettuato su alcuni campioni di mais prelevati dal Corpo Forestale Regionale.

Il Corpo Forestale Regionale è stato incaricato delle perquisizioni e di tutti gli altri atti incombenti, su delega della Procura di Udine con Raffaele Tito e di Pordenone, con la dott. sa Sorti.

Le operazioni, seguite anche dal Direttore centrale della Direzione Regionale risorse rurali, agroalimentari e forestali Luca Bulfone, sono state decise rapidamente e condotte nel minor tempo possibile vista l’imminente trebbiatura del mais. I sequestri che hanno interessato le due aziende comprendoni le piante e la granella, che come detto, ad un primo controllo è risultata essere mais geneticamente modificato.

Le due procure continueranno a lavorare assieme al Corpo Forestale Regionale per effettuare tutte le verifiche del caso ed eventualmente prendere i necessari provvedimenti.

464