* * OFFERTE BLACK FRIDAY * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Ornella Vanoni in versione soul inaugura la stagione artistica di Gorizia

Ornella Vanoni

Sarà il carisma di Ornella Vanoni, in un’inedita versione soul, a inaugurare ufficialmente sabato 5 novembre la stagione artistica 2016/2017 del Teatro Verdi di Gorizia. Non a caso è “Free soul” il titolo scelto dall’artista stessa per lo spettacolo, che avrà inizio alle 20.45. Una serata in cui saranno le emozioni le protagoniste indiscusse, in un dialogo continuo tra l’artista e il pubblico, sulle note del Jazz e della Bossa Nova. Dalla scaletta non mancheranno i grandi successi che hanno contrassegnato la lunga carriera della cantante. Grazie alla presenza di un prestigioso trio di musicisti, nuove e originali sonorità acustiche si fonderanno con l’inconfondibile stile di Ornella Vanoni, più che mai capace con questo spettacolo di trasmettere al pubblico emozione ed entusiasmo, creando un’atmosfera intima e accogliente anche raccontando aneddoti tra una canzone e l’altra.

Sabato 5 novembre non sarà solo il giorno in cui si alzerà il sipario sulla stagione, ma sarà anche l’ultima data utile per sottoscrivere l’abbonamento Musica e Balletto. Da mercoledì 2 novembre biglietti e abbonamenti saranno in vendita nel Botteghino del Teatro, in Corso Italia (tel. 0481/383602), da lunedì a sabato dalle 17 alle 19.

“Free Soul”, titolo scelto personalmente da Ornella Vanoni, non solo definisce pienamente lo stato d’animo attuale dell’artista e il suo essere un’anima libera, ma è anche molto adatto per il jazz, stile musicale che lascia spazio all’improvvisazione e all’invenzione. Il nome scelto è perfetto anche per l’insolito trio di grandissimi musicisti che accompagneranno Ornella Vanoni sul palco: Roberto Cipelli (pianoforte), Bebo Ferra (chitarra) e Piero Salvatori (violoncello). Per l’occasione la Signora della Musica Italiana interpreterà alcuni brani jazz e di bossa nova, oltre che i suoi più grandi successi, con lo stile che da sempre la contraddistingue. «È un progetto che presento al mio pubblico con emozione e molto entusiasmo – ha dichiarato Ornella Vanoni – Per andare avanti bisogna cambiare sempre, con coraggio e passione. Questo trio fantastico ed eccezionale mi porta dentro l’anima una nuova gioia». A rendere il concerto ancora più emozionante contribuisce il dialogo verbale tra l’artista e il pubblico, a ruota libera, senza un copione scritto.

24 gli spettacoli in cartellone nella nuova stagione artistica, oltre a due fuori abbonamento. Otto gli appuntamenti di Prosa, sei quelli di Musica e balletto, quattro gli Eventi, suddivisi tra Smile e Musical. Tanti i grandi nomi che calcheranno il palcoscenico goriziano per una stagione intensa, capace di emozionare e di far riflettere: Lella Costa, Umberto Orsini, Pino Micol, Emilio Solfrizzi, Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti. Se la Prosa si snoderà su un doppio percorso classico e contemporaneo con compagnie di grande prestigio, la Musica spazierà da star della musica leggera come Ornella Vanoni e Arisa a due appuntamenti di musica classica che confermano la collaborazione del Verdi con le realtà produttive del territorio. Due serate di danza internazionale con il Balletto di Gyor a gennaio e Coppelia di Amedeo Amodio (protagonista Anbeta Toromani) a febbraio. Una stagione spumeggiante, grazie ai musical Vacanze Romane e Billy Elliot, quest’ultimo con una doppia rappresentazione, e divertente, grazie alla partecipazione di Teresa Mannino e Lillo&Greg.

La Prosa (Otto spettacoli)
Primo appuntamento con la Prosa venerdì 18 novembre: Marco Baliani e Lella Costa metteranno in scena Human, spettacolo quanto mai attuale che prende avvio dal tema delle migrazioni e dalla volontà di raccontarne l’“odissea ribaltata”. Senza rinunciare all’ironia, e a tratti all’umorismo, il teatro diventa strumento di indagine su quanto sta accadendo sotto i nostri occhi in Europa, intesa come sistema “occidentale” di valori e di idee. Giovedì 1 dicembre Umberto Orsini proporrà uno spettacolo da lui stesso più volte rivisitato negli ultimi vent’anni: Il giuoco delle parti di Luigi Pirandello, commedia nera in cui matrimonio, tradimento, onore e omicidio si inseguono in una logica successione. Gli spettatori rimarranno con il fiato sospeso martedì 13 dicembre con il capolavoro di Agatha Christie Dieci piccoli indiani. Martedì 31 gennaio sarà la volta di La bottega del caffè, interpretata da Pino Micol e Vittorio Viviani, commedia dei sentimenti e dell’agire degli esseri umani, scritta da Carlo Goldoni nel 1750. Emilio Solfrizzi giovedì 23 febbraio torna al Verdi di Gorizia, vestendo i panni de Il borghese gentiluomo di Moliere: un personaggio che rappresenta il modello esemplare e imprescindibile del nuovo ricco, dell’arrampicatore sociale, dell’ambizioso che pretende di comprare col denaro quei meriti e quei titoli che non avrà mai. Giovedì 9 marzo Gianluca Guidi sarà il regista nonchè l’interprete, al fianco di Giampiero Ingrassia, di Serial killer per signora: un attore disoccupato e un detective della polizia di New York sono i protagonisti della vicenda, che ha inizio con l’omicidio commesso da una psiche tanto malata da telefonare al distretto di Polizia per lamentarsi della poca attenzione che la stampa le ha dedicato. Diretti da Gioele Dix, Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti martedì 28 marzo saranno Matti da slegare. Dopo anni passati in una struttura psichiatrica, due amici vengono trasferiti in un appartamento per inserirsi nella società civile: lo spettacolo racconta il percorso tortuoso, complicato ed esaltante che condurrà i due “matti” a slegarsi dai tanti fantasmi piccoli e grandi che li hanno resi infelici per gran parte della loro vita. Le sorelle Materassi, martedì 11 aprile, chiuderà il cartellone di Prosa: il capolavoro di Aldo Palazzeschi, nell’adattamento di Ugo Chiti, uno dei più importanti drammaturghi italiani, sarà interpretato da Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati.

Musica e balletto (Sei spettacoli)
Dopo l’apertura della stagione con Ornella Vanoni, domenica 15 gennaio sarà la volta di Beethoven e Schubert a Vienna, con il soprano Alessandra Schettino in un progetto Orchestra Ars Atelier – Collegium Apollineum – Orchestra S.Marco su strumenti originali, con il direttore Marco Feruglio. Un concerto in collaborazione con tante realtà regionali, ovvero Festival Wunderkammer Trieste, Associazione musicale Coro da Camera Udinese, Associazione Ars Atelier Gorizia, Orchestra San Marco Pordenone, Coro Bode?a Neža – San Michele Del Carso. Sabato 28 gennaio il Ballet Company of Gy?r porterà a Gorizia Bolero/Carmina burana: il coreografo Andras Lukacs ha scelto di basarsi sulla relazione tra uomo e donna e sulle passioni e emozioni che li uniscono. Ne deriva un lavoro senza trama, creato per dieci ballerine e dieci ballerini che in costumi neri creano un monumentale atto di danza sulle musiche di Ravel. Coppelia, balletto in due atti di Amedeo Amodio, sarà proposto sabato 18 febbraio, con la musica di Léo Delibes. Uno spettacolo che pone l’accento su quanto l’essere umano ha di più esterno e di più profondo: gli occhi e lo sguardo. La cantante, attrice, scrittrice, personaggio televisivo Arisa sarà al Verdi venerdì 3 marzo: Voce il titolo del concerto, così come uno dei brani contenuti nel suo ultimo album, “Guardando il cielo”. La poliedrica artista lo scorso marzo è stata nella poverissima Haiti, assistendo ai progetti di solidarietà della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus: Arisa ha realizzato un cd contente appunto “Voce”, cantando insieme ai bambini del posto per attirare l’attenzione sulla loro situazione. A chiudere il cartellone di Musica e balletto sarà giovedì 23 marzo la Serata Tchaikovsky: nell’occasione Alexander Gadijev si esibirà insieme all’Orchestra Regionale del Friuli Venezia Giulia diretta da Giovanni Pacor.

Eventi Smile (Due spettacoli)
Passando attraverso il racconto dell’infanzia trascorsa nell’ambiente protettivo ma anche adulto e forte della sua Sicilia, dei rapporti genitori e figli, o quello dei mitici anni ’70, Teresa Mannino sabato 17 dicembre racconterà la sua versione dei mutamenti avvenuti in questi ultimi anni. Sono nata il ventitrè è un monologo in cui il pubblico è costantemente coinvolto, al punto da dare vita a un dialogo, un incontro, uno scambio singolare e autentico di battute e verità. Lillo&Greg Best of farà divertire gli spettatori del Verdi lunedì 3 aprile: un frizzante varietà, che ripercorre tutti i cavalli di battaglia della famosa coppia comica, tratti dal loro repertorio teatrale, televisivo e radiofonico. Una miscela esclusiva ed esilarante, con musica, sketch, poesie, trailer.

Eventi Musical (Due spettacoli)
Appuntamento venerdì 20 gennaio con Vacanze romane, la commedia musicale più romantica di tutti i tempi, con protagonisti Serena Autieri e Attilio Fontana. Il musical è tratto dal pluripremiato film diretto da William Wyler e interpretato da due leggende del cinema come Audrey Hepburn e Gregory Peck, meraviglioso affresco di una Roma che, generosa e sognante, riemerge dalla guerra. Doppia rappresentazione per Billy Elliot. Il musical, in scena mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio. Il giovane Billy ama la danza e in una Inghilterra bigotta targata Thatcher, in cui le miniere chiudono e i lavoratori sono in rivolta: il ragazzo deve tristemente fare i conti con un padre e un fratello che lo vorrebbero veder diventare un pugile, ma l’amore, la passione, la voglia di farcela trionfano, così come l’amicizia tra adolescenti riesce a far superare ogni discriminazione di orientamento sessuale. La storia del ballerino capace di far sognare generazioni di talenti emozionerà il pubblico anche grazie alla pluripremiata musica di Elton John.

Fuori abbonamento (Due spettacoli)
Saranno entrambi messi in scena dalla Compagnia Corrado Abbati i due spettacoli fuori abbonamento della stagione 2016-2017. Mercoledì 23 novembre “La principessa Sissi” farà rivivere uno dei personaggi più famosi e amati. In questo musical l’ambientazione, lo sfarzo, gli amori e gli intrighi della vicenda sono ripercorsi in un moderno spettacolo adatto a un pubblico di ogni età, per sognare, divertirsi e commuoversi. Giovedì 16 marzo sarà la volta di “Cin-ci-là”, l’operetta più nota in Italia. Bella, brava ed entusiasta, come i suoi motivetti ritmati che tutti conoscono e cantano: così Abbati ha voluto questa moderna Cin-ci-là, dove il tono scanzonato e spensierato si unisce a un forte richiamo sentimentale.

Verdi Young pomeridiane (Quattro spettacoli – ore 16)
La Regina delle Bolle Silvia Gaffurini farà tappa al Verdi domenica 30 ottobre. È consigliato ai bambini dai tre anni in su il Robin Hood del Fantateatro, domenica 20 novembre: un?avventura unica che regala la soddisfazione della vittoria del bene sul male, dell?astuzia sull?ignoranza, dell?amore sulla malvagità. Combattimenti, amore, tornei e raggiri sono rappresentati con scenografie realizzate tramite la tecnica della video proiezione, che incantano e trasportano grandi e piccoli in un?Inghilterra d?altri tempi. La trasposizione teatrale del cartone animato più amato del momento sarà a Gorizia giovedì 8 dicembre: Masha e Orso. Official live show è un vero e proprio musical, in cui le magie diventano realtà grazie alla tecnologia digitali che fanno interagire i personaggi sul palco con gli ambienti e le atmosfere virtuali. Ritmo e divertimento sono gli ingredienti di La spada nella roccia. Il musical rock di Fantateatro, in programma domenica 8 gennaio. In scena anche esilaranti pupazzi con cui gli attori interagiscono, mentre i suggestivi fondali sono creati tramite videoproiezioni animate.

Verdi Young matinée (Due spettacoli – ore 10)
Le scuole medie e superiori sono il target a cui sarà rivolto venerdì 25 novembre Arlecchino. Servitore di due padroni. A Milano nel 1947 le ferite della guerra sono ancora vive e l’Italia è tutta da ricostruire: Arlecchino soffre la fame, mente, corteggia, ama, serve contemporaneamente due padroni, pasticcia la trama e la risolve, in un carosello fatto di trovate di spirito e colpi di scena, con l’accompagnamento di canti e musiche che spaziano dallo swing ai grandi successi della musica italiana. Sulla scia del successo ottenuto nella passata stagione dagli spettacoli in lingua, sarà in inglese I love London, martedì 14 marzo, rivolto ai ragazzi delle medie e del biennio delle scuperiori.

1.134